Combinata | 04 marzo 2019

Altro ritiro nello sci nordico francese: lascia il forte combinatista François Braud

A 32 anni, dopo aver vinto in carriera cinque medaglie mondiali, Braud ha annunciato il suo ritiro: "Si è chiuso un cerchio con questo sport, il corpo mi ha fatto capire che è il momento di fermarsi"

Altro ritiro nello sci nordico francese: lascia il forte combinatista François Braud

Giornata di ritiri nello sci nordico francese al termine del Mondiale di Seefeld. Dopo l’addio del fondista Robin Duvillard, è arrivato anche quello del combinatista François Braud, ad appena 32 anni.

In carriera Braud ha regalato tante gioie alla combinata nordica francese, vincendo uno storico oro nella gara a squadre ai Mondiali in Val di Fiemme del 2013, un oro nella team sprint di Falun del 2015 dove conquistò anche un bronzo in staffetta e un argento individuale nella gara dal trampolino grande, prima di conquistare un bronzo individuale, sempre dal trampolino grande, anche a Lahti nel 2017.

«Credo di aver chiuso un cerchio con questo sport anche dal punto di vista delle motivazioni – ha affermato Braud a ledauphineil mio corpo mi ha fatto capire che è il momento giusto per fermarsi. Avevo già pensato di ritirarmi dopo i Giochi Olimpici di PyeongChang perché erano andati male, ma alla fine ho deciso di andare avanti essendoci alle porte i Mondiali di Seefeld e avendo io sempre fatto bene al Mondiale. Mi sono detto che sarei andato quindi avanti per un’altra stagione e basta. Le cose non stanno andando bene questo inverno ma sicuramente non mi fermerò prima della fine della stagione, voglio combattere fino alla fine. Ricorderò i bellissimi momenti condivisi con i miei compagni anche più delle medaglie. Quelle a cui sono più legato? L’argento individuale di Falun e l’oro a squadre in Val di Fiemme. Fu fantastico».

François Braud, che è legato sentimentalmente all’azzurra del salto Elena Runggaldier, potrebbe dedicarsi in futuro ad alcune gare di lunga distanza. La Francia, dopo Sebastien Lacroix e Jason Lamy Chappuis, quindi, perde un terzo componente della staffetta d’oro del 2013, della quale è rimasto ora in attività il solo Maxime Laheurte.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: