Skiroll | 31 maggio 2019

Idroscalo di Milano - Mare in Città, è scattata la terza edizione con la dimostrazione di skiroll

Il Trofeo scolastico School Edition e una dimostrazione di skiroll dell’ex fondista Renato Pasini e del Nazionale azzurro Simone Ripamonti hanno aperto il weekend polisportivo

Idroscalo di Milano - Mare in Città, è scattata la terza edizione con la dimostrazione di skiroll

Mareincittà atto terzo. Sotto uno splendido sole, questa mattina è stato dato il via alla manifestazione che in questo weekend prevede una cascata di gare nazionali di svariate discipline e la possibilità di provarle gratuitamente per il pubblico. Tre giorni di sport, esibizioni, eventi, musica e tanto divertimento gratuito per tutti in una delle cornici più suggestive della città: l’Idroscalo di Milano.

Sport acquatici, ma non solo per questa kermesse organizzata dal Club Sportivo Ambrosiano Asd con il patrocinio di Città Metropolitana di Milano e della Regione Lombardia.

Alla Conferenza stampa di presentazione è intervenuta anche la vice sindaca della Città metropolitana di Milano, Arianna Censi: «L’Idroscalo, di anno in anno, sta tornando a essere quello che era una decina d’anni fa, anzi, forse anche qualcosa di meglio. È uno sforzo condiviso primariamente dalla Città metropolitana di Milano, ma anche da tutte le altre istituzioni che ci appoggiano. Mareincittà è la rappresentazione perfetta di ciò che è l’Idroscalo, ovvero un luogo di sport, di divertimento e di fruizione del tempo libero per tutti. Coinvolge persone di tutte le età, da coloro i quali fanno sport con libertà di movimento a coloro i quali lo praticano anche quando la condizione fisica ne limita alcune funzioni. Questo luogo vuole abbattere le barriere e far sentire tutti a casa propria: ringrazio tutte le persone che lavorano qui perché lo fanno con spirito di dedizione, con amore per lo sport e con una gigantesca volontà di coinvolgere i ragazzi e le ragazze. La novità della Fisi è importante in settimane così cruciali per l’importanza della posizione di Milano e della Lombardia all’interno del panorama sportivo mondiale. Lo sport elimina le differenze, è uno dei campi più democratici in cui, indipendentemente dai punti di partenza, si può arrivare ovunque con la propria determinazione e forza di volontà. Uno dei prossimi obiettivi sono le Olimpiadi invernali del 2026 e spero che la candidatura assieme a Cortina vada in porto, per avere la possibilità di vedere il gotha degli sport invernali che non capita spesso di poter assaporare così vicino a casa. Per questo, mi piace l’idea dello skiroll come nuovo ingresso a Mareincittà e mi piace che l’Idroscalo sia la casa di tutti».

Le fa eco la padrona di casa Alessandra Sarpedonti, ideatrice dell’iniziativa Mareincittà e Presidente del Club Sportivo Ambrosiano: «L’obiettivo accendere riflettori su discipline meno note, di cui poco si sente parlare. La mission di quest’anno, condivisa con i presidenti delle Federazioni che ci appoggiano, è dello sport a km 0. E per fare un esempio quest’anno tra i nostri ospiti quest’anno, c’è anche la Federazione della neve».

Il weekend è stato aperto oggi dal Trofeo scolastico School Edition, che prevede competizioni di pallamano, basket, atletica leggera, tennistavolo e una corsa valida come bonus finale per la classifica tra gli istituti. Ad intrattenere i partecipanti del trofeo era presente Andrea Michelori, cestista milanese con all’attivo 59 presenze in Nazionale azzurra.

Tra chi ha sostenuto sin dalla prima edizione Mareincittà c’è il vice presidente del Coni Lombardia, Alessandro Vanoi: «L’obiettivo primario del Coni sta diventando la promozione dello sport e una struttura come l’Idroscalo è perfetta per questo scopo. Una manifestazione come Mareincittà sa coniugare benissimo un momento educativo con lo sport, formando i nostri ragazzi. Questa kermesse si è radicata bene all’interno dell’Idroscalo e vi auguro di continuare così».

Tra le novità di questa edizione, ci sarà il Miglio di Milano, manifestazione non competitiva di nuoto di fondo aperta a tutti gli appassionati. Gli atleti in acqua saranno monitorati e, nel caso, assistiti dagli operatori della Rescue Team di Vigevano. Riconfermata a grande richiesta la gara di Sup Race City, quinta tappa di Coppa Italia di Stand up Paddle facente parte del circuito federale FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e  Wakeboard).

«Ogni anno che vengo qui all’Idroscalo lo vedo diverso, un centro che sta crescendo sempre di più e che è un punto di riferimento per le nostro discipline - spiega il presidente federale Luciano Serafica -. Il Sup è una specialità che nasce dal surf e arriva dalle Hawaii come modo per cavalcare l’onda stando in piedi. Bello che in questa cornice, così importante per la nostra città di Milano, ci siano tutti gli sport acquatici, ma non solo».

Come accennato, anche la Federazione Italiana Sport Invernali scende dalle montagne per arrivare all’Idroscalo, proponendo la sua disciplina più giovane ed emergente: lo skiroll. Sabato 1° giugno, sul lato tribune, i più forti atleti della Nazionale azzurra si sfideranno in una sprint su un tratto di circa 200 metri.

A introdurre la nuova arrivata a Mareincittà c’era Loretta Piroia, segretario generale della Fisi (Federazione Italiana Sport Invernali): «La nostra realtà di solito è abituata alle montagne e in mezzo alla neve, per cui aver la possibilità con lo skiroll di essere in questo posto straordinario che l’Idroscalo, a due passi dal centro di Milano fa un po’ strano anche a noi. Ringrazio Alessandra Sarpedonti per aver portato la nostra disciplina all’interno di questo universo sportivo così vasto. Lo skiroll è una disciplina che gli atleti dello sci nordico utilizzano nel periodo estivo per allenarsi in vista degli impegni invernali. Abbiamo la fortuna di avere grandi atleti che lo utilizzano in questo senso, ma col tempo abbiamo anche creato un circuito di gare nazionali, alcune anche internazionali, che danno lustro a questa disciplina. Quest’anno la gara che proponiamo per domani, sabato 1° giugno, con tutti gli atleti azzurri sarà promozionale, ma l’idea è di tornare l’anno venturo a Mareincittà con una gara ufficiale nazionale».

Oggi c’è stata una piccola dimostrazione di skiroll offerta dall’ex fondista e ora allenatore Renato Pasini assieme a Simone Ripamonti, atleta della Nazionale azzurra di skiroll. Così è intervenuto Pasini, medaglia d’oro ai Mondiali 2007 di sci nordico a Sapporo nella Team Sprint (in coppia con Cristian Zorzi), entrato subito in sinergia con i ragazzi del trofeo scolastico presenti in sala, incuriositi dalla nuova disciplina: «Ringrazio Alessandra Sarpedonti e la mia città per avermi coinvolto. Sono qui in veste di ex atleta, ma anche come allenatore attuale dello sci fondo. Tramite la mia esperienza personale, posso dire che lo skiroll l’abbiamo usato da sempre come attività di preparazione estiva: ricordo che quasi ogni giorno lo praticavamo a luglio e agosto. Per poter partecipare alle gare però, occorreva un altro tesseramento, mentre dallo scorso anno per fortuna tutto è sotto l’egida della Fisi. Per i fondisti e i biatleti lo skiroll è un vantaggio perché aiuta a trovare una condizione e avere anche l’occasione di confronto con un calendario di gare strutturato, è uno strumento aggiuntivo. Manifestazioni come Mareincittà in cui lo skiroll viene avvicinato anche ad altre discipline crea sinergia e aiuta anche a promuovere in via indiretta lo sci di fondo e le discipline della neve. Il consiglio che dò a chi non l’avesse mai fatto è di provarlo e questo weekend è l’occasione giusta».

Un’altra novità sarà poi la competizione di rafting in acque calme (disciplina da poco entrata ufficialmente nel programma olimpico): sabato 1 giugno toccherà agli atleti paralimpici, mentre domenica 2 il testimone passerà ai normodotati per il Trofeo Parigi 2024.

Così Claudia Nani, portavoce del presidente Danilo Barmaz della World Rafting Federation: «Porto i saluti e i ringraziamenti del nostro presidente, impegnato con gli imminenti Mondiali. Il nostro sport è tanto piccolo in Italia, mentre in giro per il mondo ha tanto richiamo, per questo ringraziamo Mareincittà che ci sta aiutando a farlo allargare anche nel nostro Paese. Il rafting in acque calme consiste di un gommone a bordo del quale in questo weekend potranno salire contemporaneamente dalle 6 alle 10 persone per avere un’idea di quello che proporre la nostra disciplina, in cui il lavoro di squadra è importante perché, come si dice, si è tutti sulla stessa barca».

Durante tutto l’arco della tre giorni, sarà possibile avvicinarsi e testare in prima persona diverse discipline presenti, tra cui sup, subacquea, rafting, volano e molte altre ancora.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: