Salto | 12 luglio 2019

Austria, Kazakistan e Russia fanno festa nelle gare di Fis Cup di Schuchinsk

Nella "cattedrale nel deserto" costruita in Kazakistan sono andate in scena gare di terzo livello, vinte da Maximilian Lienher, Valentina Sderzhikova e Irma Machinya.

Austria, Kazakistan e Russia fanno festa nelle gare di Fis Cup di Schuchinsk

A Schuchinsk (Kazakistan) è in programma un lunghissimo weekend dedicato al salto con gli sci. Complessivamente sono previste otto gare, quattro per ogni sesso.

Giovedì e venerdì si sono disputate competizioni valevoli per la Fis Cup, dunque il terzo livello della disciplina. Sabato e domenica sono invece prevista gare di Continental Cup, ovvero di rango cadetto.

Andiamo a riepilogare quanto accaduto in Fis Cup. Tutte le gare si sono disputate su Normal Hill.

 

UOMINI – GARA I
Dominio assoluto dell’austriaco Maximilian Lienher. Il ventenne di Kitzbühel ha realizzato con margine il miglior punteggio entrambe le serie, imponendosi con un vantaggio di 13.6 punti sul secondo classificato, il tedesco Luca Roth. Quest’ultimo ha fatto la differenza nel secondo segmento di gara, arpionando così la piazza d’onore davanti a due sloveni. Il podio è stato completato da Cene Prevc, più solido e costante nell’arco della gara del giovanissimo connazionale Jernej Presecnik, costretto ad accontentarsi del quarto posto per un solo decimo di punto.

Quinta e sesta piazza per due atleti che siamo abituati a vedere in Coppa del Mondo. Parliamo dei kazaki Sergey Tkachenko e Sabirzhan Muminov, i quali hanno preceduto una vera e propria vecchia conoscenza del massimo circuito, ovvero il trentasettenne coreano Heung Chul Choi.

Clicca qui per i risultati completi.

UOMINI – GARA II
Maximilian Lienher
firma la doppietta vincendo anche la seconda competizione. Tuttavia il ventenne di Kitzbühel ha ottenuto un successo ben meno netto rispetto a quello di ventiquattro ore prima. L’austriaco infatti ha ingaggiato un equilibratissimo duello con Cene Prevc, alfine battuto in rimonta di soli due decimi! Gli atleti sul podio sono però rimasti gli stessi, seppur in ordine differente. Infatti il terzo posto è stato appannaggio del tedesco Luca Roth.

Per quanto riguarda “gli atleti di Coppa del Mondo”, stavolta il veterano Heung Chul Choi ha fatto meglio dei giovani kazaki. Infatti il coreano si è piazzato sesto, mentre Sergey Tkachenko e Sabirzhan Muminov hanno concluso rispettivamente ottavo e nono.

Clicca qui per i risultati completi.

 

DONNE – GARA I
Trionfo a domicilio per Valentina Sderzhikova. La diciottenne kazaka, già in grado di risultare competitiva in Coppa del Mondo, ha dominato la scena mettendo in fila tre russe. Piazza d’onore per la diciannovenne Kristina Prokopieva e gradino più basso del podio per la diciassettenne Aleksandra Barantceva. Quarta la diciassettenne Alina Borodina.

Clicca qui per i risultati completi.

DONNE – GARA II
Competizione più incerta rispetto alla precedente, alfine vinta dalla sedicenne russa Irma Machinya, capace di fare la differenza nella prima serie proprio su Valentina Sderzhikova, accontentatasi della piazza d’onore. Il podio è invece stato completato da Kristina Prokopieva, che ha superato Alina Borodina.

Clicca qui per i risultati completi.

 

Sabato e domenica, nello stesso impianto, andrà in scena la Continental Cup. Le donne si confronteranno sempre sul trampolino piccolo, mentre gli uomini gareggeranno sul Large Hill.

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: