Biathlon | 06 agosto 2019

Biathlon - Dopo il Blinkfestivalen la sfida tra Johannes Bø e Martin Fourcade è già lanciata

I due hanno parlato dopo l'evento di Sandnes complimentandosi a vicenda, ma il francese stuzzica il rivale: "Johannes è stato molto forte, ma lo scorso anno ha vinto tanto anche perché io non ero allo stesso livello del passato"

Biathlon - Dopo il Blinkfestivalen la sfida tra Johannes Bø e Martin Fourcade è già lanciata

Il Blinkfestivalen, disputatosi a Sandnes lo scorso weekend, ha dato una bella notizia agli appassionati di biathlon: Martin Fourcade ha ritrovato condizione e serenità. Il francese ha battagliato nelle giornate di venerdì e sabato con gli atleti norvegesi, perdendo di un soffio la gara di tiro, andata a Tarjei Bø, prima di essere battuto in volata da Johannes Thingnes Bø nella mass start.

Quest’ultima gara ha visto i due campioni sfidarsi e divertirsi, con Fourcade che ha anche fatto la finta di chiudere sulle transenne il vincitore dell’ultima Coppa del Mondo quando il norvegese lo stava superando, con i loro skiroll che si sono quasi sfiorati, prima di abbracciarsi e sdraiarsi insieme per terra dopo il traguardo tra tanti sorrisi. Dopo un anno di pausa, dovuto alle pessime condizioni atletiche del campione francese, capace comunque di vincere due gare individuali nel corso della passata Coppa del Mondo, i due sono pronti a duellare.

Johannes Bø si è detto molto felice di aver ritrovato il suo più forte avversario, dopo un anno in cui ha vinto moltissimo, sedici gare individuali, 4 ori mondiali (3 in staffetta) la Coppa del Mondo e tutte le coppe di specialità. «Il fatto che Martin stia tornando in condizione è spaventoso da una parte, perché è un atleta incredibilmente forte. Dall’altra però è una cosa positiva per lo sport. Non è mai divertente vedere degli atleti non poter raggiungere il massimo del proprio potenziale e mi auguro possa trovare nuovamente le migliori sensazioni».

Dall’altra parte anche Fourcade si è complimentato con Johannes Bø, lanciando poi la sfida al norvegese. «Nella passata stagione Johannes è stato molto forte – ha affermato il francese ai media norvegesi – ma ha anche vinto tante gare perché io non ero allo stesso livello del passato e non potevo quindi sfidarlo. Io credo lui sia stato allo stesso livello della stagione precedente ma non aveva alcun atleta in grado di competere con lui, così ha vinto a ripetizione in maniera impressionante. Se è una critica? No, da me non sentirete mai una critica nei suoi confronti, perché Johannes è un fantastico atleta, un grande campione, ha già vinto molte gare e ora anche la Coppa del Mondo».

I due rivali si ritroveranno a fine mese in Francia, in occasione del Martin Fourcade Nordic Festival, che il sette volte vincitore della Coppa del Mondo ha organizzato ad Annecy per il 31 agosto e 1 settembre.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: