Salto | 23 agosto 2019

Ryoyu Kobayashi guida una storica tripletta nipponica nel SGP di Hakuba

Il detentore della Sfera di Cristallo ha debuttato proprio in occasione della tappa casalinga, dimostrando di essere il più forte del lotto. Hanno completato il podio i connazionali Yukiya e Keiichi Sato, portando il Paese del Sol Levante alla prima tripletta di sempre nel GP, complice soprattutto la squalifica di Evgeniy Klimov

Ryoyu Kobayashi guida una storica tripletta nipponica nel SGP di Hakuba

Quest’oggi è andata in scena ad Hakuba la prima competizione del weekend di Summer Grand Prix. L’attenzione era tutta puntata su Ryoyu Kobayashi, che qui ha fatto il proprio debutto estivo. Il giapponese non ha deluso le attese, andando a conquistare in scioltezza il successo nella gara numero 200 della storia del SGP.

Il detentore della Sfera di Cristallo ha preso subito il comando delle operazioni, seppur con margine risicato (1.8 punti) in virtù di un salto non perfetto da 129m con discreto vento alle spalle. Kobayashi ha poi dilagato nella manche decisiva, dopo aver atteso parecchio tempo per saltare a causa di un repentino cambiamento delle condizioni meteo. Infatti, mentre gli avversari hanno incontrato ancora una brezza alle spalle, il nipponico lo ha trovato frontale, ragion per cui la direzione gara ha optato per un abbassamento di ben 4 gate. In quest’occasione ha eseguito al meglio, veleggiando fino a 132.5m e raccogliendo valutazioni stilistiche da primo della classe.

Piazza d’onore per l’ottimo Yukiya Sato, che ha fatto registrare il proprio personal best e secondo podio consecutivo. Il giapponese classe 1995 è stato l’unico a riuscire a tenere la scia del più quotato connazionale nella prima serie, atterrando sull’HS con un’eccellente esecuzione. Si è comportato al meglio anche nella seconda manche, raccogliendo la miglior misura di giornata – 134m – pagando però dazio rispetto a Kobayashi.

A competizione appena conclusa Evgeniy Klimov sembrava essere riuscito per l’ennesima volta a contrastare il dominio di una sola nazione, andando ad attestarsi al terzo posto con due buone prestazioni da 131m e 125m. Il russo è però incappato in una postuma squalifica per tuta irregolare, retrocedendo così fino alla 30^ posizione finale.

Ha così gioito il Giappone, che ha conquistato la prima tripletta della sua storia in una competizione di Summer Grand Prix grazie al terzo posto di Keiichi Sato. Per il ventiduenne si tratta oltretutto del primo podio in una gara di primo livello, in cui ha alternato un’ottima prestazione da 127.5m a una leggermente inferiore da 123m, in condizioni però più complesse.

Le note positive per il movimento nipponico non sono finite qui, dal momento che Daiki Ito si è dimostrato competitivo seppur sfortunato, chiudendo al 5° posto davanti all’ennesimo nipponico Naoki Nakamura 6°. Quest’ultimo ha preso la paga nella serie decisiva, non riuscendo a venire a capo del vento alle spalle sostenuto, così come accaduto a Junshiro Kobayashi, infine 8°. Il Giappone ha così ottenuto 6 piazzamenti tra i migliori 8, a cui si aggiunge l’11^ moneta di Yuken Iwasa.

Tra i pochi atleti di altre nazioni riusciti a fare capolino nella top ten, troviamo il ventenne polacco Pawel Wasek, che partendo dalla 11^ posizione al giro di boa è riuscito a recuperare fino alla 4^ finale. Ottima rimonta anche da parte dell’elvetico Simon Ammann, infine 7°, mentre il norge Joakim Aune e il ceco Viktor Polasek hanno chiuso in 9^ e 10^ piazza rispettivamente. Tra le delusioni di giornata troviamo sicuramente lo svizzero Killian Peier, passato dalla lotta per il podio a un anonimo 15° posto, dovendo fare i conti con una seconda performance alquanto difficile.

Per quanto riguarda la classifica generale del SGP, gli assenti Timi Zajc (236) e Karl Geiger (192) continuano ad occupare le prime due posizioni, inseguiti ora da Nakamura (189) e Yukiya Sato (184). In virtù della squalifica, Klimov ha solamente 130 punti, raggiunto anche da Keiichi Sato. Gli atleti presenti ad Hakuba domani avranno un’occasione per prendere la leadership, essendo in programma una seconda competizione che andrà in scena alle 11.30 ora italiana.

SGP HAKUBA I – HS 131
1. KOBAYASHI Ryoyu (JPN) 294.9
2. SATO Yukiya (JPN) 282.1
3. SATO Keiichi (JPN) 265.1
4. WASEK Pawel (POL) 247.7
5. ITO Daiki (JPN) 245.3
6. NAKAMURA Naoki (JPN) 244.5
7. AMMANN Simon (SUI) 244.3
8. KOBAYASHI Junshiro (JPN) 241.5
9. AUNE Joakim (NOR) 240.0
10. POLASEK Viktor (CZE) 238.7
Clicca qui 
per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: