Combinata | 04 settembre 2019

Samuel Costa è 2° nella tappa di Summer Gran Prix di Montafon. Vince Rießle

In Austria il gardenese conquista il secondo podio stagionale nel massimo circuito estivo. Il successo va a Fabian Rießle.

Foto di M.Dardanelli

Foto di M.Dardanelli

Tappa infrasettimanale per il Summer Grand Prix di combinata nordica, impegnato in Austria – tra Tschagguns e Partenen – nella Valle di Montafon.

La quinta delle sette gare individuali in programma nel calendario del massimo circuito estivo 2019 ha però visto un crollo verticale nella qualità del campo partenti rispetto alle tappe tedesche.

Sono infatti stati solamente 32 gli atleti iscritti a una gara che, eccezion fatta per la presenza dei russi e di un norvegese, ha avuto tutti i connotati di una sorta di “quadrangolare alpino” tra Austria, Germania, Italia e Francia.

SEGMENTO SALTO
Sul trampolino il migliore è stato il norvegese Harald Johnas Riiber, che si è guadagnato un cuscinetto di 9” di margine sull’austriaco Franz-Josef Rehrl e 25” sul francese Laurent Muhlethaler. Si sono inoltre proposti come seri candidati al successo finale anche Lukas Greiderer (quarto con 34” di ritardo dal leader), Eric Frenzel (sesto a 46”), Samuel Costa (ottavo a 51”), Antoine Gerard (undicesimo a 56”), Philipp Orter (dodicesimo a 1’01”) e Fabian Rießle (quattordicesimo a 1’06”).

Grande delusione, invece, per l’austriaco Christian Deuschl, il migliore sia nel provisional competition round che nell’allenamento pre-competizione. Il ventiduenne tirolese è però stato squalificato in gara a causa di una tuta irregolare.

Costa a parte, in casa Italia Lukas Runggaldier ha realizzato il diciottesimo punteggio, pagando al cambio 1’19”; Alessandro Pittin il ventiduesimo cedendo 1’41” e Raffaele Buzzi il ventottesimo, lasciando sul piatto 2’14”.

SEGMENTO FONDO
Riiber, Rehrl e Muhlethaler si sono rapidamente ricompattati, tuttavia non hanno avuto modo di resistere al ritorno degli inseguitori capitanati da Gerard, Orter e Rießle. L’aggancio si è verificato poco dopo metà gara e in testa si è formato un gruppo compatto di undici unità composto, oltre che dai sei già citati, anche da Greiderer, Frenzel, Costa, Thomas Jöbstel ed Ernest Yahin.

Nella fase conclusiva Fabian Rießle ha fatto valere le sue proverbiali doti di finisseur andando a conquistare il successo davanti all’azzurro Samuel Costa, che si è appropriato della piazza d’onore grazie a uno dei suoi finali molto incisivi. Il podio è stato completato da Antoine Gerard. Delusione per gli austriaci padroni di casa, che si sono dovuti accontentare del quarto e quinto posto, ottenuti rispettivamente da Orter e Jöbstel. Solo nono il leader della classifica generale Rehrl.

In casa Italia Alessandro Pittin ha rimontato fino alla dodicesima posizione, Lukas Runggaldier ha concluso diciassettesimo e Raffaele Buzzi ventiduesimo.

Clicca qui per i risultati completi.

Rehrl resta al comando della classifica generale del Grand Prix con 335 punti. Akito Watabe rimane secondo con 278, ma il giapponese è già tornato in patria. Di conseguenza il principale rivale dell’austriaco per la conquista della vittoria assoluta è proprio Costa, issatosi a 240 punti, mentre Gerard ne ha 203 e Rießle 194.

Il Summer Grand Prix si concluderà nel weekend a Planica, dove sono in programma le ultime due gare.

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: