Sci di fondo | 05 settembre 2019

Johaug fa ancora l'occhiolino all'atletica: "Sui 10000 potrei abbassare il tempo di 40 secondi"

La fondista norvegese parteciperà ai Campionati Nazionali di corsa campestre, ma non pensa ai Giochi Olimpici di Tokyo: "Nella mia testa c'è solo Pechino 2022, è il mio grande obiettivo da fondista"

Johaug fa ancora l'occhiolino all'atletica: "Sui 10000 potrei abbassare il tempo di 40 secondi"

Dopo la sensazionale prestazione dello scorso agosto nei 10mila metri dei Campionati Norvegesi di atletica leggera, Therese Johaug si prepara a mettere nuovamente le scarpette da corsa.

La vincitrice di tre ori individuali ai recenti Mondiali di sci di fondo a Seefeld, infatti, parteciperà il prossimo 13 ottobre al Campionato Nazionale di cross country, la nostra corsa campestre.

È stata la stessa Johaug a parlarne ai microfoni di NRK, nel corso del raduno di Font-Romeu, in Francia. «Parteciperò ai Campionati Nazionali di corsa campestre – ha affermato la norvegese – che si disputeranno a Frognerparken, veramente vicino alla mia casa. Sarà una grande possibilità di affrontare le più forti atlete della nazione. Spero ci sia anche Karoline Bjerkeli Grovdal. Se lei dovesse partecipare, non avrei alcuna possibilità di vittoria».

Johaug sembra sempre più vicina alla partecipazione agli Europei di atletica leggera che si disputeranno a Parigi nel prossimo agosto. «Oggi tutte le luci sono verdi, correre mi permetterà di approcciare alla stagione invernale in eccellenti condizioni fisiche. Per quanto riguarda Parigi faremo il punto al termine della stagione».
La norvegese ha quindi spiegato cosa la spinge a gareggiare nell’atletica: «Faccio fondo ormai da anni, è quasi una routine, quindi trovo divertente fare atletica, adoro correre e sono molto motivata. Voglio solo essere intelligente e precisa nel mio programma».

Ovviamente, se dovesse andare agli Europei, Johaug vorrebbe fare bella figura, ma al momento l’idea di qualificarsi per le Olimpiadi estive di Tokyo non la tocca neanche, l’obiettivo è solo Pechino per vincere l’oro individuale nella sua disciplina, lo sci di fondo: «Se riuscissi ad allenarmi di più e in maniera più corretta, abituandomi gradualmente alla pista e con programmi più adatti a questa disciplina, penso di poter guadagnare anche 30 o 40 secondi al tempo fatto ai Nazionali. Un tempo del genere mi porterebbe a Tokyo? Per le Olimpiadi penso solo a Pechino 2022, è un grande obiettivo della mia carriera».  

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: