Skiroll | 15 settembre 2019

Skiroll - È festa Italia nella Junior femminile: Elisa Sordello domina sul Cermis, Laura Mortagna vince la Coppa del Mondo

La veneta ha dovuto attendere due ore per avere la certezza della vittoria della Coppa del Mondo, arrivata dopo la squalifica di due atlete russe; primo successo internazionale per la cuneese

Skiroll - È festa Italia nella Junior femminile: Elisa Sordello domina sul Cermis, Laura Mortagna vince la Coppa del Mondo

È festa doppia sul Cermis per l’Italia nella categoria junior femminile. Elisa Sordello è stata protagonista di una gara di altissimo livello, conquistando nettamente il successo in vetta al Cermis dopo aver ampiamente staccato tutte le sue avversarie, mentre Laura Mortagna è riuscita a conservare la testa della classifica generale conquistando così la Coppa del Mondo ad appena sedici anni, proprio davanti alla cuneese. Ma si è dovuto aspettare oltre due ore per avere l'ufficialità della classifica finale di Coppa del Mondo, in quanto la squalifica di due atlete russe ha cambiato tutto.

Al via Laura Mortagna è partita dalla seconda piazza con la Coppa del Mondo praticamente in tasca, ma fin dall’inizio ha sentito che inspiegabilmente le gambe non giravano come al solito ed è andata presto in crisi. Elisa Sordello, partita terza, ha subito sorpassato la compagna di squadra, quindi ha raggiunto l’ucraina Kovalova e in salita se ne è andata via, prendendo ampiamente il largo a un ritmo irraggiungibile per tutte le sue avversarie, fino a tagliare il traguardo con un vantaggio di 48” sull’ucraina. Una splendida impresa per la diciannovenne cuneese, cresciuta nello Ski Avis Borgo Libertas e recentemente passata allo Sci Club Entracque Alpi Marittime, che negli ultimi anni ha raccolto numerosi successi in fondo e biathlon.

Al traguardo Elisa si è lasciata cadere a terra e ha iniziato a sorridere, felice di questa bellissima impresa, che le dà certamente fiducia in vista della prossima stagione invernale. Poi l’azzurra si è alzata e ha iniziato ad aspettare Laura Mortagna, pronta ad abbracciarla per festeggiare la Coppa del Mondo della veneta. Al traguardo è arrivata l'ucraina Kovalova, seguita dalle due russe Bolshakova e Potapova, poi le tedesche, quindi Arnesen seguita da una bravissima Giulia Cozzi e al nono posto, eccola, Laura Mortagna, stanchissima dopo una gara nella quale ha dovuto fare i conti con tanta sofferenza. All’inizio la veneta era convinta di aver conquistato come da pronostico la coppa, poi facendo bene i conti sui tempi di giornata si è notato che in realtà Elisa Sordello avrebbe addirittura vinto la generale. A quel punto però è arrivata la notizia di una clamorosa e sorprendente irregolarità commessa dalle russe Bolshakova e Potapova, che inspiegabilmente sono andate contro il regolamento, cambiando gli skiroll all’imbocco della salita. Una scelta che ha portato giustamente alla loro squalifica e di conseguenza, Laura Mortagna ha recuperato quelle due posizioni sia nella classifica del tour sia in quella di giornata, che le hanno consentito di vincere la Coppa del Mondo, evitando la beffa di perdere in un'unica gara con punteggio raddoppiato quanto di bello costruito nelle precedenti settimane.

Una vittoria meritata quella della sedicenne dello Sci Club Valdobbiadene, che giovanissima ha mostrato già una grande maturità nel corso di tutta la stagione ed è stata competitiva su quasi tutti i format di gara. Un successo arrivato forse nel giorno più difficile, dopo una pesante crisi, ma proprio questo lo renderà ancora più speciale. A completare la festa italiana, dopo la squalifica delle russe, anche Alba Mortagna, che ha così chiuso al terzo posto nella classifica generale.

Probabilmente la squadra russa farà appello contro la decisioni, ma essendoci le prove video della loro irregolarità, il risultato non dovrebbe cambiare qualcosa.

CLASSIFICA FINALE TOP 10
1ª E. Sordello (ITA) 1:14’25.0
2ª D. Kovalova (UCR) +47.9
3ª M. Richter (GER) +2’18.9
4ª L. Keck (GER) +2’26.5
5ª J.H. Arnesen (NOR) +2’56.8
6ª G. Cozzi (ITA) +3’02.1
7ª L. Mortagna (ITA) +4’29.9
8ª A. Mortagna (ITA) +5’30.5
9ª M. Gismondi (ITA) +6’51.9
10ª N.E. Barsnyam (MGL) +18’33.7

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: