Sci di fondo | 06 ottobre 2019

Fiocco azzurro nello sci di fondo svedese: nato il figlio di Anna ed Emil Jönsson Haag

Anna Haag ed Emil Jönsson, che hanno lasciato la Coppa del Mondo al termine della stagione 2017/18, avevano annunciato la gravidanza lo scorso maggio; sono diventati genitori del piccolo Harry

Foto account instagram di Emil Jönsson Haag

Foto account instagram di Emil Jönsson Haag

Fiocco azzurro nello sci di fondo svedese. È nato il figlio della coppia di medagliati olimpici Anna ed Emil Jönsson Haag. I due avevano annunciato che sarebbero diventati genitori già nel corso della primavera, quando a maggio avevano svelato la dolce notizia attraverso il loro canale youtube. Da allora hanno aggiornato i tanti fan attraverso i social media con foto e video.

Domenica mattina, quindi, hanno dato la bellissima notizia ovviamente attraverso Instagram.

È stato Emil il primo a farlo con una bellissima foto del piccolo: «Ciao, mi chiamo Harry ed ora inizia la mia vita». Poco dopo è stata Anna a scrivere: «Siamo una famiglia! Oh, non possiamo essere più felice».

La coppia si era sposata la scorsa estate a un anno di distanza dal rispettivo ritiro dalla Coppa del Mondo, anche se entrambi avevano proseguito con le lunghe distanze. Anna Haag lo scorso anno aveva anche vinto la 29ª edizione de La Sgambeda di Livigno.

In carriera i due si sono tolti diverse soddisfazioni. Anna Haag, nata come Anna Hansson, ha vinto quattro medaglie olimpiche in tre edizioni diverse dei Giochi, conquistando un argento individuale a Vancouver e l’oro in staffetta a Sochi. Per lei anche tre argenti e un bronzo ai Mondiali, sempre in staffetta, e una vittoria individuale in Coppa del Mondo. Il marito ha vinto due bronzi olimpici a Sochi, di cui uno individuale nella sprint e l’altro nella team sprint, più un bronzo e un argento ai Mondiali (bronzo individuale in sprint), più tre vittorie della Coppa del Mondo di specialità sprint tra il 2010 e il 2013, grazie a 16 vittorie individuali. Jönsson detiene quindi il record di vittorie della coppa di specialità sprint con Hetland e Klæbo, ma anche quello di podi (cinque) sempre con Hetland e Pellegrino. 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: