Sci di fondo | 06 ottobre 2019

Fondo - I bookmaker non hanno dubbi: Johaug non ha avversarie per la Coppa del Mondo

La campionessa norvegese ha una quota molto bassa per la vittoria della classifica generale e si gioca appena a 1,25; dopo di lei Østberg; quote simili per Nilsson e Nepryaeva

Fondo - I bookmaker non hanno dubbi: Johaug non ha avversarie per la Coppa del Mondo

Dopo aver dominato le distance della passata stagione, nella quale ha chiuso sul podio della classifica generale della Coppa del Mondo pur saltando le sprint e il Tour de Ski, Therese Johaug è considerata da tutti quasi imbattibile per la vittoria della classifica generale di Coppa del Mondo.

La vincitrice di tre ori mondiali a Seefeld, infatti, quest’anno punterà forte sui due grandi tour in programma e certamente vorrà riprendersi la coppa di cristallo. Della stessa opinione sono anche i bookmaker esteri, che considerano la norvegese nettamente favorita, quasi senza avversarie, se si considera che il suo successo varia tra 1/4 e 1/3, insomma giocando 4 euro su Johaug se ne vincerebbe appena uno. Quindi, traducendo con le quote più familiari agli italiani, la vittoria di Johaug è in lavagna tra 1,25 e 1,33. Bassissima se si considera anche le mille insidie di una stagione.

I bookies concordano anche sul nome della sua principale avversaria, Ingvild Flugstad Østberg, la cui quota varia tra 6/1 e 13/2, traducibile nei nostrani 7,00 e 7,50. Alle loro spalle troviamo poi Stina Nilsson e Natalia Nepryaeva, splendida sorpresa della passata stagione. La svedese varia tra 11,00 e 13,00, la russa tra 12,00 e 13,00. Attenzione però a Stina, specie in una stagione con diversi tour. E Frida Karlsson? Tranquilli, c’è spazio anche per lei in bacheca. La svedesina ha una quota tra 15,00 e 17,00, più bassa rispetto a quella di Ebba Andersson, che va da 19,00 a 21,00. Da tenere d’occhio poi Jessie Diggins, che nella passata stagione non ha vissuto la sua miglior stagione, così come Krista Parmakoski. Entrambe hanno una quota che va da 26,00 a 33,00. Più indietro Kalla, addirittura a 67,00, mentre ad oggi non viene nemmeno considerata Heidi Weng. 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: