Sci di fondo | 09 dicembre 2019

Fondo - Nicole Monsorno dopo il successo in OPA Cup Junior: "Bello iniziare così"

La trentina ha vinto la sprint in skating di sabato: "La vittoria mi ha sorpreso perché non mi sentivo brillante, ma sono cresciuta tatticamente; iniziare con il piede giusto mi mette fiducia"

Nicole Monsorno con le due atlete tedesche dopo la premiazione

Nicole Monsorno con le due atlete tedesche dopo la premiazione

Come accaduto lo scorso anno a Valdidentro, la stagione italiana in OPA Cup si è aperta con una vittoria di Nicole Monsorno nella sprint in skating junior.

La trentina delle Fiamme Gialle si è imposta a Pokljuka come aveva già fatto lo scorso anno in Lombardia. Un successo che rappresenta per lei il modo migliore di iniziare la stagione, dopo aver lanciato segnali positivi già la settimana precedente in occasione della sprint FIS di Santa Caterina, nella quale aveva fatto registrare il quinto tempo in qualificazione.

Monsorno è felicissima per il risultato ottenuto sulla pista slovena, dove ha vinto battendo in spaccata le due forti tedesche Jessica Loeschke e Lisa Lohmann.
«Sono proprio contenta – ha affermato la trentina, contattata dalla redazione di Fondoitalianon me l’aspettavo. La pista di Pokljuka non era molto adatta alle mie caratteristiche, essendo più corta del solito, senza dei punti chiave particolarmente decisivi come salite o discese per fare selezione. Sono riuscita in ogni caso a portarla a casa con una spaccata, che in realtà mi era pure venuta male (ride, ndr). Infatti, appena tagliato il traguardo, ero convinta di essere arrivata seconda, invece dopo il fotofinish mi hanno assegnato il successo. Sono veramente molto felice, anche perché le due tedesche stavano giustamente facendo gioco di squadra, quindi mi sono messa davanti per impormi sin dall’inizio e non avere problemi. Loro due sono fortissime, Lohmann l’ha confermato pure domenica».

Anche Monsorno può però ritenersi soddisfatta anche per l’ottimo quinto posto nella 5km di domenica: «Sono contenta, perché sto migliorando anche nelle distance. Ho fatto una bella gara tutta in progressione, partendo più lentamente e finendo forte».

In un’intervista rilasciata alcuni mesi fa a Fondoitalia, Francesco Semenzato, allenatore della nazionale Under 20 femminile, aveva sottolineato il miglioramento tattico avuto da Nicole Monsorno nelle sprint: «Vero, probabilmente sto crescendo anche tatticamente. Ma credo sia normale, in quanto gareggiando faccio esperienza. Inoltre ho avuto la fortuna, da tesserata per le Fiamme Gialle, di avere al mio fianco atlete più esperte come Francesca Baudin, oggi allenatrice, e Francesca Franchi, che mi hanno dato tanti consigli sul modo di gestire le gare. Poi ho stretto un bel rapporto di amicizia con Chiara De Zolt, con la quale ci confrontiamo molto. Ecco, questo mi ha aiutato a vincere sabato, nonostante non mi sentissi brillante come sempre».  

La stagione non poteva iniziare quindi in un modo migliore per Monsorno, che ha confermato quanto di buono fatto vedere già nella qualificazione della sprint di Santa Caterina: «Sicuramente questo successo è moralmente importante, mi sento carica per affrontare le altre gare. Iniziare con il piede giusto mi mette fiducia e tante speranze nella stagione che porta al Mondiale. Già a Santa Caterina avevo avuto un’iniezione di fiducia, giungendo a un secondo dalla prima senior nelle qualificazione, un risultato che mi ha sorpreso».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: