Biathlon | 12 dicembre 2019

Biathlon - Ibu Cup Junior: Hartweg domina l'individuale, Bionaz primo azzurro

Lo svizzero si è imposto nettamente davanti al russo Serokhvostov e il tedesco Barchewitz; Bionaz dodicesimo dopo un'ottima prestazione sugli sci

Foto dal profilo facebook dell'atleta

Foto dal profilo facebook dell'atleta

Senza storia l’individuale maschile di IBU Cup Junior, dominata nettamente da Niklas Hartweg. Lo svizzero, classe 2000, ha dominato la gara imponendosi con un vantaggio di 1’37” sul russo Serokhvostov, classe ’99, nonostante un errore finale nella serie in piedi. La prestazione di Hartweg è stata dominante sotto ogni aspetto: prima posizione, quarto tempo di range time, decimo di shooting time e primo tempo sugli sci.

In terza posizione il tedesco Barchewitz, giunto a otto decimi dal russo nonostante un errore in meno al poligono. Sugli sci, però, il tedesco ha pagato parecchio. Molto più distanti tutti gli altri, se si considera che il tedesco Grotian, oro nell’individuale agli Europei Juniores di Sjusjøen della passata stagione, è giunto quarto a 2’25”. Quinta piazza per il francese Meunier, che ha pagato i due errori commessi nella quarta serie, costati il podio. Soltanto Repnik, sesto classificato, ha chiuso la gara senza errori al poligono. In difficoltà anche l’attesissimo sloveno Cisar, dominatore dell’ultimo Mondiale Youth, che ha commesso tre errori chiudendo 16°.

Se al femminile è arrivato il podio con Beatrice Trabucchi, meno soddisfazioni sono state raccolte dall’Italia nella gara maschile, con gli azzurri partiti con i numeri più alti penalizzati dalle condizioni della neve andate peggiorando nel corso della gara. Indicazioni positive giungono però da Didier Bionaz, che si conferma il più in forma dei giovani azzurri. Il classe 2000 ha concluso 12° con tre errori al tiro, due nella serie in piedi, che gli sono costati un piazzamento importante, visto che si era presentato all’ultimo poligono in quarta piazza. Per lui comunque l’ottavo tempo sugli sci a certificare il miglioramento nel fondo. 31ª posizione per Iacopo Leonesio, che ha mancato due bersagli nel corso della gara. Bella prova sugli sci stretti per Daniele Fauner, settimo tempo assoluto, che ha chiuso però 37° a causa dei tre errori nell’ultima serie di tiro, cinque totali. Un peccato perché la top ten era alla sua portata. Molto più distanti tutti gli altri italiani in gara, con Christille e Giacomel, in particolare incappati in una brutta serie finale. In ogni caso è solo la prima gara e molti dovevano ancora rompere il ghiaccio.

CLASSIFICA FINALE TOP 10
1° N. Hartweg (SUI) 40’46.5 (0+0+0+1)
2° D. Serokhvostov (RUS) +1’37.0 (1+1+0+0)
3° M. Barchewitz (GER) +1’37.8 (0+0+0+1)
4° T. Grotian (GER) +2’24.9 (0+1+0+1)
5° A. Meunier (FRA) +2’53.7 (0+0+0+2)
6° M. Repnik (SLO) +2’56.6 (0+0+0+0)
7° M. Oberhauser (AUT) +3’01.7 (0+1+0+1)
8° I. Auseyenka (BLR) +3’06.1 (0+0+0+1)
9° S. Mahon (FRA) +3’13.3 (1+2+0+0)
10° T. Briffaz (FRA) +3’29.7 (1+0+0+1)
Gli italiani
12° D. Bionaz +3’42.2 (0+1+0+2)
31° I. Leonesio +5’24.3 (0+1+0+1)
37° D. Fauner +5’45.0 (1+0+1+3)
48° C. Christille +6’29.3 (0+1+0+3)
63° D. Zingerle +8’12.9 (1+2+2+1)
72° T. Giacomel +9’41.9 (1+1+1+4)
83° M. Molinari +11’21.9 (1+2+1+2)

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: