Combinata | 22 dicembre 2019

Combinata Nordica, Coppa del Mondo: distacchi contenuti dopo il salto. Norvegia in testa, ma Pittin c'è!

A Ramsau am Dachstein, in Austria, Jens Luraas Oftebro comanda la classifica davanti ai connazionali Bjoernstad e Riiber. Molto bene gli azzurri: 22° Alessandro Pittin (+1:15), che sugli sci stretti potrebbe fare una grande rimonta. 23° Samuel Costa, anch'egli con ampi margini di recupero (+1:19)

Jens Luraas Oftebro, Norvegia (foto tratta dal sito internet ufficiale della FIS)

Jens Luraas Oftebro, Norvegia (foto tratta dal sito internet ufficiale della FIS)

Ultima giornata di gare a Ramsau am Dachstein, località austriaca che in queste ore sta ospitando la Coppa del Mondo di Combinata Nordica. Alle 11 di oggi, domenica 22 dicembre, si è disputata la manche di salto dal trampolino HS98, prova in cui si è imposto il Millennial norvegese Jens Luraas Oftebro, capace di raggiungere una distanza pari a 98 metri e un punteggio di 127.6 punti.

Alle sue spalle, due connazionali, per un podio parziale tutto "vichingo": Espen Bjoernstad (127.5 punti) e Jarl Magnus Riiber (126 punti), con quest'ultimo che nella prova pomeridiana di fondo partirà con un distacco minimo dal primo classificato (6 secondi).

Dietro di loro, il tedesco Manuel Faisst (+0:25), il sorprendente giapponese Hideaki Nagai (+0:29) e gli austriaci Lukas Greiderer (+0:29) e Franz-Josef Rehrl (+0:30). Completano la top ten Eric Frenzel (Germania, +0:36), Szczepan Kupczak (Polonia, +0:48) e Ilkka Herola (Finlandia, +0:50).

Fra i big, si segnalano l'undicesima piazza del norvegese Joergen Graabak (+0:51) e la tredicesima del tedesco Vinzenz Geiger (+0:55), il quale proprio nella gara di ieri ha beffato in volata il leader della generale Riiber.

Capitolo italiani: buon salto per Alessandro Pittin (22°, +1:15), che atterra a 90 metri raggiungendo la velocità massima di 89.6 chilometri orari. Discorso analogo per Samuel Costa (92 metri e 89.7 chilometri orari raggiunti), momentaneamente 23° (+1:19). I due azzurri, abili sugli sci stretti, potrebbero scalare diverse posizioni e puntare, come minimo, all'ingresso fra i primi dieci.

Alle 15, sempre sulle nevi della Stiria, è in programma l'inseguimento nel fondo (10 chilometri), che potrebbe nuovamente regalare sorprese e colpi di scena, considerati i distacchi minimi fra gli atleti.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA COMPLETA

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche: