Combinata | 22 dicembre 2019

Combinata Nordica - Riiber vince di classe e intelligenza; azzurri di poco fuori dalla top ten

Il norvegese gestisce la gara di Ramsau con maestria, mentre alle sue spalle arrivano Graabak e Geiger; bene gli azzurri con Pittin undicesimo e Costa dodicesimo

Combinata Nordica - Riiber vince di classe e intelligenza; azzurri di poco fuori dalla top ten

Ha appena ventidue anni ma è un campione di livello assoluto, non soltanto per classe e competitività ma anche per maturità tattica. Jarl Magnus Riiber si è imposto nella seconda Gundersen di Ramsau e l’ha fatto con intelligenza, impostando una gara perfetta nell’inseguimento, risparmiando energie e andando all’attacco del compagno di fuga Oftebro al momento giusto, quando ha visto che da dietro Herola e Graabak li stavano ormai raggiungendo.

Riiber ha quindi cambiato passo ed è andato a vincere nettamente, mentre alle sue spalle Graabak con un grande finale si è preso la piazza d’onore. Sul terzo gradino del podio è salito quindi il tedesco Geiger, bravissimo a stampare in volata un Herola che aveva speso molte energie per recuperare dalla decima piazza di partenza fino a lottare per il podio. Oftebro, crollato nel finale, è riuscito comunque a chiudere ottimo sesto, davanti a Frenzel.

Bene ancora una volta l’Italia, anche se c’è un po’ di amaro in bocca per una top ten sfuggita di un soffio a un ottimo Alessandro Pittin, giunto undicesimo dopo aver perso la volata con Riessle. Molto bene Samuel Costa, anch’egli autore di un segmento di fondo tatticamente intelligente. Dopo una prima parte più controllata, il gardenese è uscito fuori nel finale, recuperando diverse posizioni e chiudendo 12°.

CRONACA
Riiber si aggancia subito a Oftebro e Bjoernstad. Alle sue spalle l’austriaco Greiderer recupera subito diverse posizioni, ma viene raggiunto da un ottimo Frenzel. Come prevedibile Herola e Graabak partono a tutta in zona top ten, mentre Pittin ha subito trovato il gruppo giusto raggiungendo Riessle e Akito Watabe.
Frenzel e Greiderer recuperano una decina di secondi, così come alle loro spalle si avvicina il gruppetto di Herola e Graabak. Per questo motivo Riiber decide di mettersi lui in testa e iniziare ad alzare un po’ il ritmo. Al termine del primo giro bene anche Pittin, che recupera molti secondi e vede la top ten a 10”. Più indietro Costa, che è 21°.

Herola, Graabak e Geiger riprendono Frenzel, Faisst e Greiderer. A metà gara il terzetto norvegese si difende ancora bene e riesce addirittura a guadagnare qualcosa, andando a 25”. Il gruppo con Pittin è a 41”, Costa a 1’08”. In testa Oftebro e Riiber resistono, mentre Bjoernstad viene staccato e vede avvicinarsi il gruppo alle sue spalle, capitanato da Herola.

All’ultimo giro Riiber e Oftebro arrivano con 11” di vantaggio su Bjoernstad, mentre il gruppo Herola ha 16” dalla testa. Perde qualcosa il gruppo di Pittin. L’azzurro lotta per il decimo posto. Herola fa un ritmo pauroso e si avvicina pericolosamente alla coppia di testa, così Riiber rompe gli indugi e va all’attacco staccando il compagno di squadra, nel frattempo assorbito da Herola, Graabak e gli altri. È l’azione che gli vale la sesta vittoria stagionale. Alle sue spalle Graabak e Herola provano a staccare Geiger e Greiderer, ma il tedesco torna sotto e in volata beffa il finlandese per il terzo posto, mentre il norvegese riesce a prendersi la seconda piazza dietro al connazionale.

Pittin prova a sfidare Riessle in volata per il decimo posto, ma anche questa volta la volata sorride a chi parla lingua tedesca. Dodicesimo un ottimo Costa autore di un notevole ultimo giro. Ancora una volta è stata positiva la prestazione degli azzurri, che avevano nelle corde un piazzamento ancora più importante. Se faranno un ulteriore step al trampolino, potranno togliersi soddisfazioni.

CLASSIFICA FINALE
1° J.M. Riiber (NOR) 23’45.9
2° J. Graabak (NOR) +2.8
3° V. Geiger (GER) +4.1
4° I. Herola (FIN) +4.2
5° L. Greiderer (AUT) +9.4
6° J.L. Oftebro (NOR) +10.1
7° E. Frenzel (GER) +11.2
8° M. Faisst (GER) +13.2
9° E. Bjoernstad (NOR) +20.4
10° F. Riessle (GER) +48.8
Gli italiani
11° A. Pittin +48.8
12° S. Costa +1’04.3

Per la classifica completa clicca qui

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: