Coppa del Mondo | 19 gennaio 2020

BIATHLON - Fourcade infila la 4^ consecutiva nel pursuit di Ruhpolding

81° successo in carriera per il Re che fu spodestato ma sembra aver tutto l'interesse a riprendersi il trono. Ci sarà Johannes Bø a Pokljuka?

BIATHLON - Fourcade infila la 4^ consecutiva nel pursuit di Ruhpolding

4^ vittoria consecutiva, 81^ in carriera. Martin Fourcade è ufficialmente tornato e attende il rientro di Johannes Thingnes Bø per una sfida a quote celestiali di agonismo. Il duello fra il dominatore del decennio appena concluso e il fenomeno attuale il confronto di più alto livello nella storia del biathlon, ma il norvegese aspetterà i Mondiali di Anterselva per rientrare o sarà al via in buona condizione già nella tappa slovena di Pokljuka?

Venendo alla prestazione odierna, Fourcade ha dominato più mentalmente che fisicamente il connazionale Quentin Fillon Maillet, autore di una gara sontuosa ma condizionata da un errore nel terzo poligono che gli ha fatto perdere la scia del "capitano", che da gran signore gli ha pure sganciato gli sci dopo il traguardo. I francesi continuano a dominare per densità di squadra, ma le parole in libertà del battuto, che mettevano in discussione la leadership dell'odierno vincitore, sono state rispedite al mittente. Fourcade è tornato e il suo rivale non è certo in casa.

Francia soverchiante certo, però la tripletta non è riuscita. Ci ha pensato il norvegese Vetle Sjåstad Christiansen a frapporsi nel monologo dei galletti, bruciando al photofinish un ottimo Simon Desthieux, quarto, e battendo il tedesco Benedikt Doll, quinto, che si era arreso poco prima. Tutti e tre hanno commesso un errore al tiro e si sono ritrovati assieme nel giro finale dopo aver inseguito assieme i battistrada in avvio.

Francia che domina anche sugli sci con Emilien Jacquelin, il quale ha ottenuto il miglior tempo di giornata per un sesto posto di altissimo livello in conseguenza dei tre errori commessi al tiro. Il peggiore transalpino al traguardo è Fabien Claude, quindicesimo, battuto da un Antonin Guigonnat in ripresa all'ottava piazza con un errore.

La Norvegia si è comunque ben difesa in assenza del suo leader. Oltre a Christiansen, hanno terminato alti in classifica anche Tarjei Bø, settimo, e Johannes Dale, nono. Entrambi hanno percorso una sola volta l'anello delle penalità. Decima posizione per il russo Alexander Loginov con due errori.

Il difficile weekend degli italiani si è concluso con un'incolore prestazione di Dominik Windisch, trentatreesimo con quattro penalità, e Thomas Bormolini, quarantaduesimo con tre.

In classifica generale, Fourcade rafforza la sua leadership con 507 punti. In assenza di Bø, sceso in 7^ posizione a 374, ha massimizzato il risultato in termini di punteggio. Bø potrà scartare tre gare, ma dovrà rientrare assolutamente a Pokljuka nel corso della prossima settimana per provare a contendere la Coppa del Mondo. Sul podio parziale seguono Fillon Maillet a 436 e Desthiuex a 435.

La cronaca della gara

Le precipitazioni nevose danno finalmente tregua e nel corso del primo giro Fillon Maillet si porta subito sulle code di Fourcade, creando un tandem di lusso essendo uno il leader della classifica proprio della gara in atto e l'altro l'attuale leader della classifica generale in seguito alle ripetute assenze di queste settimane per Bø, diventato papà del piccolo Gustav. Dietro sono in cinque a seguire a circa 20".

I due francesi sono puliti nella prima fermata a terra. Rimangono in tre a inseguire sempre a poco meno o poco più di 20" con Doll davanti a Desthieux e Christiansen. Gira una volta Windisch (26°), mentre Bormolini (28°) parte bene.

Nel corso del giro Fillon Maillet e Fourcade portano il vantaggio a quasi 30". Dietro sembra esserci la possibilità che si ricompattino in molti nel duello per il terzo posto. Windisch recupera posizioni.

Al secondo poligono è Fillon Maillet più veloce mentre il leader della generale si rialza subito dopo. Non sbaglia nessuno dei primi cinque. Un errore a testa per Windisch (30°) e Bormolini (32°) che perdono alcune posizioni.

Cambi regolari nel corso del terzo giro per i due transalpini in testa, mentre si fa interessante la lotta per il terzo posto con Johannes Kühn e Felix Nawrath in grado di avvicinarsi a Doll, Desthieux e Christiansen. Il distacco degli inseguitori supera i 30".

Terzo poligono di gara, prima serie in pied. Fillon Maillet sbaglia l'ultimo, mentre Fourcade se ne va in solitaria di gran classe. Diventano tre i francesi in testa con Desthieux inseguito da Christiansen, nessun errore per entrambi. Disastro dei tedeschi con il solo Doll a limitare i danni con un giro di penalità. Sono due per Nawrath, addirittura cinque per Kühn. Ancora un errore per Windisch, mentre Bormolini ne manca due.

Fourcade allunga nel quarto giro e porta a 24"7 il vantaggio su Fillon Maillet. E' Christiansen a inseguire a 45"4 con Desthieux che gli lascia fare l'andatura nella seconda parte dell'anello.

Poligono decisivo. Fourcade è gelido e alza il pugno: venti su venti. Fillon Maillet non sbaglia e si assicura il secondo posto. In seguito agli errori di Desthieux e Christiansen, si ricompatta il terzetto iniziale con Doll che è perfetto. 

Nel giro finale non cambia nulla per i primi due. Attendismo nella lotta per il terzo posto con Doll che rompe pure un bastoncino ma ha tempo di cambiarlo senza che gli altri si avvantaggino. La volata vede vincente Christiansen sul filo con Desthieux. Doll si arrende poco prima.

Clicca qui per la classifica completa

Davide Bragagna

Ti potrebbero interessare anche: