Salto | 19 gennaio 2020

Salto, Coppa del Mondo femminile: vince ancora Pinkelnig. Ottima prova di Lara Malsiner: è 10ª

Doppietta austriaca sul podio, con Chiara Hoelzl seconda. Terza la norvegese Maren Lundby. Ampi sorrisi in casa azzurra per la top ten centrata dalla talentuosa classe 2000

Lara Malsiner

Lara Malsiner

È un fine settimana, l'ennesimo, all'insegna dell'Austria nella Coppa del Mondo di salto femminile, che, dopo la tappa di Sapporo dello scorso week-end, ha di nuovo regalato spettacolo al pubblico giapponese, accorso in massa ai piedi del trampolino HS 102 di Zao per assistere alla manifestazione.

Venerdì, in gara 1, si è registrato il secondo successo in carriera dell'austriaca Eva Pinkelnig, che ha poi esultato insieme alle connazionali Daniela Iraschko-Stolz, Marita Kramer e Chiara Hoelzl nella prova a squadre di sabato. Poco fa, infine, il trionfo in gara 2 ancora di Eva Pinkelnig, che piazza così il terzo sigillo individuale consecutivo nella sua carriera sportiva.

La 31enne ha preceduto di poco meno di un paio di punti la connazionale Hoelzl, seconda classificata davanti alla norvegese Maren Lundby, la quale, malgrado un palmarès di assoluto rispetto, sta faticando in questa stagione a tenere dietro di sé le temibili austriache.

Ai piedi del podio l'idolo di casa Sara Takanashi (Giappone), che continua a lanciare segnali di ripresa; la nipponica ha preceduto il duo tedesco composto da Katharina Althaus e Juliane Seyfarth.

Poi, ancora Austria, con la classe 2001 Marita Kramer (7ª) e Daniela Iraschko-Stolz (9ª), intervallate dalla slovena Nika Kriznar (8ª).

Festeggia anche la squadra italiana, che entra in top ten con il decimo posto di una meravigliosa Lara Malsiner, che ha concluso il primo round in 14ª posizione saltando 89 metri, per poi, nella seconda serie, migliorarsi ulteriormente sfiorando addirittura i 90 metri di distanza. Malsiner ha confermato così il suo spiccato feeling con il dente di Zao, dando ulteriore dimostrazione, se mai ve ne fosse stato bisogno, del suo enorme potenziale.

Note meno liete per le altre due azzurre, Manuela Malsiner (34ª) ed Elena Runggaldier (39ª): entrambe sono state eliminate dopo il primo salto, rispettivamente con 60 e 53 punti ottenuti.

Out alla prima tornata anche la norvegese Silje Opseth, la francese Julia Clair, la russa Ksenia Kablukova, la polacca Anna Twardosz, la tedesca Selina Freitag, la slovena Jerneja Brecl, l'ungherese Virag Voros e la giapponese Yuka Kobayashi.

CLASSIFICA FINALE

1ª E. Pinkelnig (AUT) 226.5 punti

2ª C. Hoelzl (AUT) 224.7 punti

3ª M. Lundby (NOR) 213.1 punti

4ª S. Takanashi (JAP) 206.9 punti

5ª K. Althaus (GER) 202.1 punti

6ª J. Seyfarth (GER) 198.8 punti

7ª M. Kramer (AUT) 198.0 punti

8ª N. Kriznar (SLO) 197.7 punti

9ª D. Iraschko-Stolz (AUT) 187.4 punti

10ª L. Malsiner (ITA) 186.8 punti

Le altre italiane

34ª M. Malsiner 60.0 punti

39ª E. Runggaldier 53.0 punti

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA COMPLETA

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche: