Sci di fondo | 19 gennaio 2020

Fondo - Coppa del Mondo: monumentale Johaug! Vince ancora a Nove Mesto e aggancia... Shiffrin

La norvegese domina anche la pursuit in Repubblica Ceca e ottiene il successo numero 71 in carriera tra Coppa del Mondo, Mondiali e Olimpiadi, proprio come la stella statunitense dello sci alpino. Sul podio anche la russa Nepryaeva e la scandinava Oestberg. Le italiane: 23ª Anna Comarella, 39ª Ilaria Debertolis

Fondo - Coppa del Mondo: monumentale Johaug! Vince ancora a Nove Mesto e aggancia... Shiffrin

Monumentale Therese Johaug. Si fatica a individuare un aggettivo più calzante di questo per descrivere la stella dello sci di fondo norvegese, ancora una volta vittoriosa sulle nevi di Nove Mesto, in Repubblica Ceca.

Dopo il successo di ieri nella 10 chilometri a tecnica libera, la leader della Coppa del Mondo domina anche la pursuit 10 chilometri a tecnica classica, conquistando il dodicesimo podio stagionale e il trionfo individuale numero 71, considerando anche gli ori Mondiali (7). 71, proprio come quelli ottenuti da… Mikaela Shiffrin, sciatrice alpina statunitense, che per raggiungere tale cifra deve però includere nel computo anche le affermazioni olimpiche.

Sul podio, staccate di oltre un minuto, Natalia Nepryaeva (Russia) e Ingvild Flugstad Oestberg (Norvegia), con quest'ultima che sopravanza al fotofinish la connazionale Heidi Weng, centrando così il suo quinto piazzamento di stagione fra le prime tre.

Quinta classificata la finlandese Krista Parmakoski, protagonista di una buona prestazione e capace di chiudere davanti alla talentuosa svedese Ebba Andersson, l'unica under 23 a entrare nella top ten.

Sorridono anche Kerttu Niskanen (Finlandia) e Katerina Razymova (Repubblica Ceca), rispettivamente settima e ottava. Quattro le posizioni recuperate dalla scandinava (partiva con l'undicesimo tempo), due, invece, dalla ceca. 

Chiudono il novero delle prime dieci la campionessa olimpica Ragnhild Haga (Norvegia) e l'americana Jessica Diggins, senza dubbio deluse per una svolta stagionale che stenta ad arrivare. Umore non dei migliori anche per la svedese Charlotte Kalla, dodicesima con un distacco di 2:34.7 da Johaug.

Giornata difficile in chiave azzurra: Anna Comarella non riesce a mantenere fede ai pronostici della vigilia, possibilisti in merito a una sua rimonta nella pursuit, e conclude in 23ª posizione, dopo la 21ª rimediata ventiquattr'ore prima. Trentanovesima e fuori dalla zona punti Ilaria Debertolis. Gli ultimi trionfi italiani a Nove Mesto risalgono al 2004 (Gabriella Paruzzi nella 10 chilometri a tecnica classica) e al 2009 (vittoria di tappa di Arianna Follis al Tour de Ski).

LA GARA

Dopo 1,1 chilometri distacchi sostanzialmente invariati rispetto alla 10 chilometri a tecnica libera di ieri. Da segnalare la partenza a razzo di Krista Parmakoski (Finlandia), che si porta in quarta posizione a trainare il gruppo delle inseguitrici. Comarella prende 12 secondi da Johaug, che imprime da subito un ritmo forsennato. Sulle sue tracce la russa Natalia Nepryaeva, che contiene lo svantaggio, al pari della norvegese Heidi Weng.

Ai 2,5 chilometri Anna Comarella accusa un ritardo di 2:04: fatica a ingranare la cortinese, per ragioni tutte da chiarire (possibili difficoltà connesse alla scelta dei materiali per l'azzurra). Heidi Weng poco prima dei 3,6 metri aggancia Nepryaeva, sopravanzandola, ma scivolando a quasi 51 secondi di ritardo da un'imprendibile Johaug. Ingvild Flugstad Oestberg (Norvegia) si stacca dal gruppo delle inseguitrici e si avvicina sensibilmente al duo Nepryaeva-Weng. 

A metà gara, detto del monologo di Johaug, è di 2:22 il ritardo per Comarella, che perde ancora posizioni. Sempre trentaduesima l'altra italiana, Ilaria Debertolis, scivolata oltre i tre minuti da Johaug.

Ai 7,5 chilometri Johaug vanta più di un minuto di vantaggio sul terzetto delle inseguitrici Oestberg-Weng-Nepryaeva. Ebba Andersson (Svezia) recupera alcune posizioni e viaggia davanti a Parmakoski. Più staccate Ragnhild Haga (Norvegia) e Jessica Diggins (USA). Comarella ventitreesima con più di 3 minuti di ritardo, Debertolis 37ª a quasi quattro minuti.

Finisce con Johaug che taglia il traguardo a braccia alzate e in solitaria. Nepryaeva scatta a sorpresa e conquista la seconda piazza. Terza al fotofinish Weng, che beffa Oestberg.

CLASSIFICA FINALE

1ª T. Johaug (NOR) 26:49.7

2ª N. Nepryaeva (RUS) +1:04.8

3ª I.F. Oestberg (NOR) +1:06.0

4ª H. Weng (NOR) +1:06.0

5ª K. Parmakoski (FIN) +1:49.1

6ª E. Andersson (SWE) +1:49.4

7ª K. Niskanen (FIN) +1:56.7

8ª K. Razymova (CZE) +1:59.9 

9ª R. Haga (NOR) +2:06.8

10ª J. Diggins (USA) +2:12.0

Le italiane

23ª A. Comarella +3:33.4

39ª I. Debertolis +4:34.2

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA COMPLETA

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche: