Altri circuiti | 01 febbraio 2020

BIATHLON - Shevchenko vince la sprint iridata junior. 9^ Samuela Comola

Fra piste e poligono di Lenzerheide è la russa a imporsi grazie a una prestazione perfetta al tiro. La valdostana si conferma fra le prime dieci con possibilità di rimonta nella prova pursuit dove potrà fare la differenza al tiro.

Anastasia Shevchenko taglia il traguardo della sprint iridata juniores

Anastasia Shevchenko taglia il traguardo della sprint iridata juniores

Reduce dall'argento nella staffetta, la russa Anastasia Shevchenko è riuscita a portarsi a casa la medaglia più prestigiosa nella sprint sui 7,5km dei Mondiali juniores di Lenzerheide colpendo tutti i dieci bersagli.

La siberiana classe '99, originaria di Omsk, aveva già sfiorato la medaglia con il quarto posto nella prova individuale, gara che le aveva regalato già un argento in categoria youth nell'edizione 2018. Domani partirà con un corposo vantaggio di 40"9 sulla più vicina delle avversarie nell'inseguimento, con la grande chance di realizzare una doppietta.

L'argento è andato alla norvegese diciannovenne Aasne Skrede (0+1), mentre il bronzo è stato conquistato dalla bulgara Milena Todorova (1+2), alla seconda medaglia dopo l'argento nella prova individuale. La ventiduenne di Troyan, già capace di andare a punti in Coppa del Mondo, ha fatto registrare il miglior tempo assoluto sugli sci, recuperando dalla decima alla terza posizione nel giro finale.

Delusione per il pubblico svizzero per la quarta posizione della beniamina di casa Amy Baserga (0+1), già di bronzo nell'individuale. La diciannovenne di Einsiedeln è rimasta fuori dal podio per cinque decimi (49"4 a 48"9 il distacco rispetto alla testa delle due contendenti), ma avrà la possibilità di rifarsi già domani.

Quinta la norvegese Marthe Krakstad Johansen (0+1), sesta la ceca Tereza Vinklarkova (1+1), settima un'altra norvegese Anne De Besche (0+1), ottava la tedesca Lisa Maria Spark (0+1), decima la russa Anastasiia Goreeva (0+1) davanti all'oro della 12,5km l'omonima connazionale Khaliullina (0+1). 

La prima delle azzurre è stata la valdostana Samuela Comola che con due serie perfette è riuscita ad entrare nelle dieci afferrando una positiva nona piazza dopo l'altrettanta perfetta gara individuale che le era valsa il sesto posto. Più distanti dal vertice la più giovane conterranea Beatrice Trabucchi (0+1), ventisettesima, e Martina Zappa (1+3), sessantasettesima. 

Domani gli occhi saranno però puntati sulla categoria youth dove Linda Zingerle, figlia d'arte del grande Andreas, cercherà di confermare l'oro della sprint.

 Clicca qui per la classifica completa

Davide Bragagna

Ti potrebbero interessare anche: