Sci di fondo | 20 febbraio 2020

Tra Cappello e Panisi, weekend da incorniciare per il Team Robinson Trentino

Diversi successi per la squadra trentina sia nella Val Casies con Cappello sia in Coppa di Svezia con "l'emigrato" Panisi

Tra Cappello e Panisi, weekend da incorniciare per il Team Robinson Trentino

Weekend da incorniciare, quello scorso, per il Team Robinson Trentino che alla Gran Fondo Val Casies ha portato a casa ben sei podi ed anche una vittoria in terra svedese. La 37ª edizione della granfondo altoatesina proponeva sabato le gare in classico, 30 e 42 km, domenica invece in tecnica libera sulle stesse distanze.

Un weekend all’insegna di Florian Cappello che ha vinto la 30 km sia sabato che domenica, e con l’altro portacolori del Team Robinson Trentino, Matteo Tanel, sul terzo gradino del podio in ambedue le giornate. Due arrivi in volata molto concitati e con Cappello, in entrambe le competizioni, molto attivo nel gruppo di testa e a fare selezione. “Sono contento del risultato – ha detto sabato all’arrivo l’atleta di Prato allo Stelvio - non è stata una gara tirata, se non forse per gli ultimi 5 km dove la situazione è stata più complessa perché la gara “vera” è partita con lo sprint. Oggi ho deciso in gara di buttarmi sulla 30 km”. Difficile intervistare Florian domenica, rapito dalle telecamere e dalle interviste della diretta RAI. “Fino a 3 km dall’arrivo non sapevo cosa fare, poi mi sono trovato di fronte il bivio e mi sono detto. Vabbè, andiamo per la vittoria anche oggi! Oggi poi c’erano gli iscritti di Coppa Italia che hanno ritmi molto elevati”.

Matteo Tanel in Val Casies è di casa, “colpa” di Teresa, la sua fidanzata che lo attendeva all’arrivo col solito bel sorriso. “Sono contento, non pensavo di fare podio. Stavo bene oggi, ma gli altri continuavano ad aprire dei buchi e dovevo chiuderli, comunque è andata bene. Ho deciso subito di correre per la 30 km perché partecipando ad entrambe le giornate di gara è meglio così. Domani sarà ancora più dura, ma si va avanti!”. Domenica l’alfiere del Team Robinson Trentino, che sta già pensando ai prossimi eventi di skiroll nei quali dovrà difendere il suo oro e argento mondiale e la Coppa del Mondo, ha concesso il bis con un altro terzo posto: “Sono doppiamente soddisfatto, dopo la gara di ieri ho colto il terzo posto al fotofinish. Organizzazione come sempre super, sono davvero orgoglioso di aver gareggiato col pettorale numero 1. Ringrazio anche tutta la Valle di Casies, che era qui a fare il tifo”.

Sabato nella 42 km Lorenzo Busin ha sfiorato il colpaccio. Anche lui sempre nel gruppetto di testa si è reso autore di una volata, vinta al fotofinish dall’ex compagno di team Brigadoi. I due sono entrati appaiati all’ultima curva e si sono presentati appaiati sul traguardo. Alla fine la giuria assegnava il secondo posto a Lorenzo Busin per un solo centesimo, nemmeno un battito di ciglia, confermando il gran crescendo dell’atleta bellunese in forza al team. “Gara tiratissima, soprattutto nella parte da Tesido alla fine. Io e Mauro ci siamo un po’ interscambiati nelle salite, per staccare gli avversari. In discesa abbiamo lottato, sino ad arrivare allo sprint finale dove ho perso per un centesimo di secondo. Brucia, ma sono comunque soddisfatto del risultato. Domani sarò di riposo, ora sono orientato sulla Vasaloppet”, queste le parole di Lorenzo a fine gara. Podio, sempre nella 42 km, anche per Chiara Caminada alle spalle della forte atleta della Repubblica Ceca Klara Moravcova e della finlandese Terhi Pollari. Nessun giro di parole alle interviste: “Dura, come sempre. – afferma Chiara - Oggi non girava proprio, sono soddisfatta ma solo in parte del mio risultato. Sono partita molto male, ma ho comunque deciso di continuare sulla 42 km. Ora devo concentrarmi al massimo, tra due settimane mi aspetta la Vasaloppet, la regina delle granfondo”. In Val Casies in gara anche Lorenzo Cerutti (9°) e Caterina Piller (9.a).
Nello stesso weekend a Lycksele, in Svezia, nel Volkswagen Mini Tour nell’ambito della Coppa Svezia, ha fatto un certo rumore vedere in vetta alla classifica della overall una bandiera italiana. Merito di Gilberto Panisi, che ha portato in gara in Svezia i colori del Team Robinson Trentino. Il successo è arrivato dopo la gara sprint (22°), la 15 km in tecnica libera (6°), con la vittoria nella pursuit di 15 km in classico. Panisi, che vive e studia in Svezia, sta ovviamente preparando la “sua” Vasaloppet, alla quale parteciperà col Team Robinson Trentino al gran completo.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche: