Combinata | 01 marzo 2020

Combinata Nordica, Coppa del Mondo: strepitoso Watabe! Il giapponese vince a Lahti

Il nipponico, dopo essersi imposto nel segmento di salto, esulta anche sugli sci stretti, tagliando il traguardo in solitaria davanti a Graabak e Geiger. Da segnalare la rimonta di Herola (8°) e Riiber (10°). Pittin, 27°, è il migliore degli azzurri

Il podio dopo la prova di fondo a Lahti

Il podio dopo la prova di fondo a Lahti

Sotto la neve che sta imbiancando in queste ore la località finlandese di Lahti (temperatura esterna di 1 grado centigrado e umidità del 99%), la Coppa del Mondo di combinata nordica ha vissuto un pomeriggio emozionante, che ha registrato la vittoria sugli sci stretti del giapponese Akito Watabe, al suo diciottesimo centro individuale nel circuito.

L'atleta nipponico ha piazzato la zampata del fuoriclasse, conducendo con sagacia tecnica una gara nella quale non partiva certo come favorito numero uno, visti i soli nove secondi di vantaggio su Jens Luraas Oftebro, ma che, alla fine l'ha visto scavalcare in scioltezza lo stesso norvegese e andarsene in solitaria verso il traguardo, malgrado il poderoso ritorno alle sue spalle dell'altro norge Joergen Graabak. Terza posizione per Vinzenz Geiger (Germania), che ha avuto la meglio sullo stesso Oftebro.

Dietro di loro, troviamo altri due tedeschi, Fabian Riessle ed Eric Frenzel, seguiti dall'austriaco Martin Fritz e dal pettorale rosso (riservato al miglior fondista) Ilkka Herola (Finlandia), autore di una rimonta di pregevole fattura dopo un segmento di salto non troppo positivo, al pari di quello del campionissimo Jarl Magnus Riiber (Norvegia), decimo alle spalle di Manuel Faisst (Germania).

Capitolo italiani: dopo i deludenti risultati del salto mattutino, era oggettivamente complicato fare meglio di quanto raccolto dai nostri portacolori sul tracciato scandinavo. Alessandro Pittin è il migliore degli azzurri (27° a poco più di 3 minuti di ritardo), mentre Samuel Costa e Raffaele Buzzi chiudono rispettivamente al 38° e al 40° posto, con oltre 5 minuti di distacco.

Hanno rinunciato a prendere il via il cinese Zihe Zhao e il giapponese Yoshito Watabe

LA GARA

Parte senza forzature Akito Watabe, con Jens Luraas Oftebro che colma quasi subito i nove secondi di svantaggio dal nipponico. Herola traina Riiber in rimonta e insieme recuperano oltre 20 secondi di distacco dalla testa. Alle spalle del duo Watabe-Oftebro si forma un trenino di sette atleti, fra cui Joergen Graabak e Vinzenz Geiger, che rosicchia secondi su secondi e si porta a poco più di mezzo minuto dalla prima posizione. Ottima partenza, intanto, per Pittin, che risulta essere uno degli atleti più rapidi del primo giro.

Il gruppo inseguitori, trainato da Fabian Riessle prima e da Geiger poi, si porta a soli 31 secondi dalla coppia al vertice momentaneo della graduatoria. Impressionante la rimonta di Herola-Riiber, ora a soli 57 secondi e mezzo da Watabe. Non solo: a metà gara sono a soli 15 secondi dagli atleti in lotta per la terza piazza.

Il terzo (e penultimo) giro si conclude con un vantaggio di circa 23 secondi della coppia di testa sugli inseguitori. Herola e Faisst provano a rientrare, mentre perde il passo Riiber, autore di un'azione decisamente dispendiosa sotto il profilo energetico nei primi cinque chilometri. Geiger, Graabak e Riessle lasciano sul posto i loro compagni d'avventura e si lanciano all'inseguimento di Watabe e Oftebro.

Watabe capisce che è il momento di salutare tutti e premere sull'acceleratore: il giapponese "sgasa" sugli sci e distanzia Oftebro, ripreso anche da Geiger e Graabak. Quest'ultimo tenta di colmare disperatamente il gap, ma Watabe non demorde ed esulta a braccia alzate sulla linea d'arrivo.

CLASSIFICA FINALE

1. A. Watabe (JAP) 25:41.1

2. J. Graabak (NOR) +2.9

3. V. Geiger (GER) +7.9

4. J.L. Oftebro (NOR) +12.7

5. F. Riessle (GER) +15.2

6. E. Frenzel (GER) +15.3

7. M. Fritz (AUT) +32.0

8. I. Herola (FIN) +34.7

9. M. Faisst (GER) +56.6

10. J.M. Riiber (NOR) +1:00.5

Gli italiani

27. A. Pittin +3:08.6

38. S. Costa +5:13.0

40. R. Buzzi +5:36.0

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA COMPLETA

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche: