Sci di fondo | 02 marzo 2020

Fondo, Mondiali Juniores - Festa azzurra con Graz: è bronzo nella 10km in classico; oro per Schumacher

Il sappadino ha chiuso al terzo posto una gara decisa per pochi secondi; successo al forte statunitense che si è imposto sul padrone di casa Moch; l'azzurro: "Alla vigilia del Mondiale non immaginavo una medaglia in questa gara"

Fondo, Mondiali Juniores - Festa azzurra con Graz: è bronzo nella 10km in classico; oro per Schumacher

Sappada, terra di campioni nel fondo e nel biathlon. Da oggi un giovane proveniente da questa località ha motivazioni ancora più concrete per sognare di unirsi un giorno alla lista. Davide Graz ha vinto la medaglia di bronzo nella 10km in tecnica classica dei Mondiali Juniores di Oberwiesenthal, in Germania. È stata una gara emozionante, combattuta, decisa sul filo dei secondi con un finale di gara da batticuore.

Il tedesco Moch, rivale dell’azzurro in OPA Cup Junior, sembrava lanciato verso la medaglia d’oro, che avrebbe fatto impazzire i tifosi di casa, dopo aver fatto registrare i migliori parziali per tutta la gara, presentandosi con oltre 4” di vantaggio all’ultimo intermedio al 700 metri dall’arrivo. Ma nel finale, però, lo statunitense Gus Schumacher, decisivo lo scorso anno nell’oro conquistato dagli Stati Uniti nella staffetta maschile del Mondiale Juniores di Lahti, ha tirato fuori qualcosa in più, riuscendo a imporsi sul tedesco con un vantaggio addirittura di 4”5, recuperando quindi ben 9”1 in appena 700 metri.

Quindi sul terzo gradino del podio Davide Graz, che ha lottato per tutta la gara nei tempi con gli altri due favoriti della vigilia. Il sappadino, però, ha dovuto sudare per prendersi il bronzo, perché all’ultimo giro il russo Zhul ha dato una grande accelerata, recuperando diversi secondi all’azzurro che a 1,6km dall’arrivo aveva visto il proprio vantaggio sul russo ridursi ad appena 1”3. Avvertito dai tecnici a bordopista, però, Graz ha dato fondo a tutte le proprie energie, riuscendo così a guadagnare addirittura 10” secondi sul russo e chiudere ad appena 6”7 dalla vetta, arrivando quasi a recuperare Moch.

Un’altra medaglia azzurra juniores dal Comitato FVG, quindi, dopo l’oro vinto lo scorso anno da Luca Del Fabbro nella 30km in classico mass start di Lahti. La chiara dimostrazione di una terra che in questi anni ha lavorato molto bene a livello giovanile, regalando al fondo italiano coloro che oggi rappresentano le due più grandi speranze.

Al termine della gara, proprio Graz ha espresso la propria soddisfazione al microfono della FIS: «Oggi stavo benissimo. Alla vigilia del Mondiale non avrei mai immaginato di vincere la medaglia in una gara in classico, perché puntavo alla sprint. Sabato ero molto deluso, ma oggi mi sono riscattato».

Ancora una volta, poi, Graz ha dato dimostrazione di tutta la propria sportività, andando subito a fare i complimenti a Moch, suo rivale in OPA Cup Junior e a uno Schumacher in lacrime e abbracciato da tutto il Team USA, atleta che potrebbe dire la sua anche nella 30km in skating. Tre giovani di talento che oggi ci hanno offerto un bellissimo spettacolo e ci auguriamo un giorno di vedere battagliare anche in Coppa del Mondo. Ovviamente per tutti loro la strada da fare è ancora molto lunga, ma gare come quella di oggi rappresentano sicuramente una motivazione in più.

Più indietro gli altri azzurri in gara, arrivati tutti molto vicini. Michele Gasperi ha chiuso 28°, Alessandro Chiocchetti 31° e Ivan Mariani 32°.

CLASSIFICA FINALE
1° G. Schumacher (USA) 26’31.7
2° F. Moch (GER) +4.5
3° D. Graz (ITA) +6.7
4° D. Zhul (RUS) +16.7
5° D. Thorvik (NOR) +34.0
6° M. Moerk (NOR) +43.5
7° J. Doerks (GER) +44.0
8° J. Milz (GER) +46.0
9° B. Ogden (USA) +49.8
10° L. Jager (USA) +50.6
Gli altri italiani
28° M. Gasperi +1’33.4
31° A. Chiocchetti +1’44.3
32° I. Mariani +1’46.3

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: