Biathlon | 08 marzo 2020

Biathlon - Eckhoff domina la mass start, Öberg è seconda ma Wierer limita i danni

Grande gara della norvegese che si impone con un solo errore al tiro; la svedese è in difficoltà sugli sci ma superba nella gestione del poligono; Wierer in una giornata difficile al tiro chiude quinta e resta a +34

Biathlon - Eckhoff domina la mass start, Öberg è seconda ma Wierer limita i danni

In una giornata nella quale ha faticato al tiro, confermando il trend negativo della tappa di Nove Mesto, Dorothea Wierer è riuscita a limitare i danni grazie a un’ottima prestazione sugli sci, che le ha consentito di chiudere al quinto posto nonostante tre errori al tiro. L’azzurra ha rischiato moltissimo dopo il doppio errore nella serie in piedi, arrivato quando era in seconda posizione, ma è stata perfetta all’ultimo poligono, dove non ha mancato alcun bersaglio riuscendo a scalare tante posizioni di classifica e prendersi 40 preziosissimi punti di Coppa del Mondo.

Un risultato ancora più prezioso, visto quanto fatto dalle sue due principali avversarie Eckhoff e Öberg, che con una bella prestazione al poligono, hanno occupato le prime due posizioni del podio. Splendida la performance della norvegese, già in fuga dopo la seconda serie, capace di sbagliare soltanto al quarto poligono in piedi, al termine di una lunga marcia solitaria verso la vittoria, nella quale ha confermato il suo enorme valore sugli sci. Evidentemente il Mondiale di Anterselva è stato solo un passo falso, che ha però ricordato quanto la norvegese possa sempre incappare nell’altra sua faccia, quella di un’atleta discontinua e fallosa. Seconda Öberg, bravissima con una gestione superba dei quattro poligoni a prendersi la seconda piazza in una giornata nella quale non è sembrata in formissima sugli sci.

In classifica generale, quindi, al netto degli scarti, Wierer vede scendere il proprio vantaggio da 50 a 34 punti, seguita non più dalla svedese, ma dalla norvegese. Öberg è a -36 dall’azzurra, quindi anche lei in piena corsa quando alla fine mancano due sprint, due pursuit e una mass start. La cosa positiva è che l’azzurra sembra essere in ottime condizioni fisiche, avendo perso sugli sci appena 17” da Herrmann e 5” da Eckhoff, ma anche solo 8” da Mäkäräinen. Sarà importante ritrovare il suo tiro. Anche perché la norvegese, come dimostra il Mondiale di Anterselva, può sempre incappare in qualche passo falso, mentre Öberg non appare nelle migliori condizioni fisiche. Insomma, in un weekend sicuramente difficile per l’azzurra, Wierer è riuscita a limitare i danni.

Sorrisi tedeschi grazie a Preuss, che con una bella prova al poligono (un solo errore) si è presa il podio. Per la Germania una nota positiva nel giorno in cui Herrmann con 5 errori al tiro e il 12° posto finale, esce dalla lotta per la generale. Bella prestazione di Braisaz, che con un po’ di attenzione nell’ultima serie sarebbe salita addirittura sul secondo gradino del podio. Bello rivedere in top ten Kaisa Mäkäräinen, ottima settima, mentre ha fatto molto bene la candese Lunder, giunta ottava.

Giornata difficile per Lisa Vittozzi, anche molto sfortunata al via, quando dopo un contatto ha perso l’attacco dello sci. La sappadina ha reagito, si è riagganciata al gruppo, ha anche sparato bene nella prima serie restando a 15” dalla testa, per poi andare in difficoltà nella seconda serie a terra. Nonostante cinque errori totali, comunque, l’azzurra ha chiuso in 19ª posizione.

LA CRONACA
Nel primo giro, in testa Öberg e Tandrevold, seguite da Eckhoff e Wierer, mentre Herrmann decide di restare coperta. Si riportano davanti anche Davidova e Mäkäräinen. Vittozzi preferisce restare a centro gruppo, ma la sappadina è sfortunata, perché dopo un contatto perde lo sci e deve risistemare l’attacco. L’azzurra riesce a rientrare prima del poligono. Nella prima serie è veloce e precisa Wierer, che esce in testa. Con lei ci sono tra le altre anche Eckhoff, Herrmann e Tandrevold, mentre mancano un bersaglio Öberg e Mäkäräinen. Nonostante le difficoltà legate allo sci, anche Vittozzi non sbaglia e con Hinz è a 15” dalla testa.

Si forma un gruppo di otto atlete con Eckhoff, Herrmann, Yurlova-Percht, Wierer, Valj Semerenko, Paulina Fialkova, Tandrevold e Braisaz. La russa lascia però la compagnia a causa di una caduta in discesa. Vittozzi insegue con Davidova a 16”, mentre Öberg è a una trentina di secondi.

Eckhoff è la più veloce e precisa nella seconda serie e va da sola in testa. Wierer sbaglia sul secondo bersaglio, così fa un giro di penalità, uscendo quinta a 23” ma trova subito Yurlova-Percht e Davidova, mentre sbaglia due volte Herrmann che finisce a 52”. Recupera Öberg che non sbaglia ed è a 33” dalla vetta, meno dieci da Wierer. In difficoltà Vittozzi che sbaglia tre volte. Fialkova esce dal poligono in seconda posizione, ma Wierer va a tutta sugli sci, l’unica a tenere il ritmo di Eckhoff, così recupera sulla slovacca insieme a Yurlova-Perchtt, Kuklina e Braisaz, mentre perde qualcosa Davidova.

Eckhoff è magnifica sulla seconda serie, dove si inceppa invece Wierer che perde tantissime posizioni. La norvegese ha 24” su Braisaz e Fialkova, mentre Öberg non commettendo errori è quarta a 32”. Wierer esce dal poligono a 1’10” dalla tedesca, poco davanti a Herrmann.

Irraggiungibile Eckhoff che mette la quinta marcia e guadagna moltissimo sugli sci. Braisaz naviga a 28”, poi il gruppo di Öberg a oltre 50”, mentre Wierer è a 1’16” con Herrmann. L’azzurra deve assolutamente trovare lo zero nell’ultima serie per recuperare posizioni. Nell’ultima serie Eckhoff commette un errore ma non cambia nulla, l’ultimo giro è una passerella. Anche perché alle sue spalle Braisaz ne manca due, facendo un favore a Öberg che non fallisce e si prende la seconda posizione. In terza sale un’ottima Preuss, mentre Dorothea Wierer è molto brava questa volta a non sbagliare, a differenza di Herrmann che manca due bersagli e crolla in classifica, risalendo così in sesta posizione, nel gruppo con Braisaz e Hojnisz.

La norvegese vola sugli sci e si gode il successo che la porta al secondo posto della classifica generale. Öberg è in difficoltà ma resiste su Preuss, mentre Braisaz stacca Wierer e Hojnisz. Prima quindi la norvegese davanti alla svedese, proprio le due principali avversarie di Wierer nella generale. Terza Preuss, mentre con carattere Wierer si prende il quinto posto alle spalle di Braisaz e limita i danni. Herrmann chiude dodicesima e si caccia probabilmente fuori dalla lotta per la generale. Vittozzi chiude 19ª con cinque errori.

Per la classifica finale clicca qui

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: