Sci di fondo | 22 dicembre 2019

Fondo - Team Sprint Planica: due coppie azzurre qualificate alla finale maschile

Oltre a Italia I di Zelger e Pellegrino, sono riusciti a entrare in finale come lucky loser anche Graz e Hellweger; niente da fare per le due formazioni femminili

Foto di Flavio Becchis

Foto di Flavio Becchis

Ci saranno due coppie italiane nella finale maschile della team sprint di Planica. Con un grandissimo finale di Federico Pellegrino, infatti, la coppia formata da Stefan Zelger e il campione valdostano ha vinto la seconda batteria di semifinale. Un risultato prezioso perché è stata di un minuto più lenta rispetto alla prima a causa di una forte nevicata scesa improvvisamente sulla pista. Dopo una caduta iniziale, Zelger è stato costretto a cambiare lo sci ed è stato fortemente penalizzato, trovandosi così indietro nell'ultimo cambio. Nel finale, però, con una grande azione  Pellegrino ha permesso ai due azzurri di qualificarsi insieme alla forte Francia di Jouve e Chanavat. La bella notizia per l’Italia è arrivata dalla prima batteria, nella quale Davide Graz e Michael Hellweger, giunti settimi, sono riusciti a rientrare come lucky loser, dal momento che la loro semifinale è stata nettamente più veloce rispetto a quella successiva. Con loro si sono qualificati di diritto le due squadre norvegesi, Skar – Valnes e Tefre – Taugboel, la Finlandia di Hakola e Maeki, Svezia II di Svensson e Grate, Francia II di Chautemps e Jay, Svizzera I di Furger e Hediger, più gli USA di Bolger e Hanneman. L'unica notizia negativa è che in questa maniera Chicco Pellegrino ha probabilmente speso tante energie.

In campo femminile niente da fare per le coppie italiane. Greta Laurent – Lucia Scardoni e Alice Canclini – Francesca Franchi, entrambe inserite nella semifinale B, non sono riuscite a classificarsi tra le prime due in una batteria che vedeva al via diverse big e ha avuto anche dei tempi più alti rispetto alla semifinale A. Qualificate al primo e secondo posto le due squadre svedesi Nilsson – Sundling e Dahlqvist – Svahn, insieme anche alle due formazioni norvegesi, entrate come lucky loser, Falla – Stenseth e Tiril Udnes Weng – Mari Eide. Nell’altra semifinale sono passate le svizzere Van der Graaff e Faehndrich, insieme alle statunitensi Caldwell e Kern, le slovene Visnar – Lampic, le due coppie tedesche e la Repubblica Ceca.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: