Biathlon | 06 marzo 2020

Biathlon - Stefanie Scherer trionfa nella Mass Start di Minsk, nessuna italiana al via

La Mass Start 60 di Minsk che ha completato la stagione femminile di Ibu Cup ha regalato il terzo successo in carriera alla quasi ventiquattrenne tedesca Stefanie Scherer che senza errori al tiro si è lasciata alle spalle la russa Slivko e la francese Colombo. Ibu Cup a Bettan Högberg

Stefanie Scherer

Stefanie Scherer

Grande prova per la quasi ventiquattrenne Stefanie Scherer che nella prova conclusiva della stagione di Ibu Cup di Minsk ha sbaragliato la concorrenza imponendosi nella Mass Start 60 e centrando così il terzo acuto personale (e stagionale) nel circuito cadetto.

Una vittoria, quello della poliziotta bavarese, costruita al poligono dove è riuscita a non incappare in nessun giro di penalità e prendere così il largo all'uscita dalla prima sessione di tiro in piedi e gestire quindi il margine di vantaggio per presentarsi al traguardo dopo 32'29"7 di gara e 26"3 sulla russa Victoria Slivko che ha finito con il pagare caro l'imprecisione proprio nel terzo poligono.

A completare il podio di una giornata che non ha visto atlete azzurre al via ci ha quindi pensato la francese Caroline Colombo che pur appesantita di due errori (uno in ciascuna della due sessioni di tiro in piedi) ha saputo nel giro finale riportarsi in linea per un piazzamento importante e chiudere a 37"9 dalla vincitrice, resistendo sul filo di lana all'ancor più prepotente ritorno della connazionale Gilonne Guigonnat (1 errore nel terzo poligono), uscita attardata di un minuto da Scherer al termine delle operazioni di tiro e capace di recuperare oltre 22" nella tornata conclusiva (+38"0). Quinto posto quindi per l'esperta tedesca Maren Hammerschmidt (1+0+0+1), coinvolta a propria volta nella serrata volata per il terzo posto ma scalzata dalle due transalpine (+38"1) con la russa Polina Shevinina (sesta a 47"7) risucchiata nel giro finale dopo essere uscita immacolata anche dal quarto poligono occupando la terza posizione provvisoria.

Dopo due giorni di dominio, i team scandinavi hanno dunque dovuto cedere terreno, con la norvegese Åsne Skrede settima in virtù di ben tre errori al tiro (0+1+0+2), seguita dalla tedesca Vanessa Voigt e dal terzetto svedese formato da Emma Nilsson e dalle due vincitrici delle sprint di mercoledì e giovedì Ingela Andersson e Bettan Högberg (proprio le svedesi, in ordine inverso, sono state le migliori sugli sci), tutte e tre piuttosto fallose in piazzola con rispettivamente 3, 4 e 5 giri di penalità sul groppone. Ma per Högberg l'ultimo impegno stagionale è coinciso con l'ufficialità di aver trionfato nella classifica generale di Ibu Cup con un totale complessivo di 693 punti contro i 654 della russa Glazyrina - oggi solo 22ima - ed i 566 dell'altra russa Anastasiia Porshneva. Un pettorale nella tappa d'apertura della prossima Coppa del Mondo sarà suo.

Ecco dunque in chiusura di stagione il riepilogo delle vincitrici delle varie coppette: Högberg insieme alla generale si porta a casa anche il successo nella sprint e nell'inseguimento, mentre la vincitrice odierna - Stefanie Scherer - ha fatto sua la graduatoria dell'individuale, con Ingela Andersson a trionfare nella superSprint e la stessa Pornscheva a vincere la graduatoria della Mass Start.

 

La classifica finale della Mass Start 60 di Ibu Cup

Luca Perenzoni

Ti potrebbero interessare anche: