Altri circuiti | 11 marzo 2020

BIATHLON - Anna Gandler oro agli Europei juniores nell'individuale. Rebecca Passler ottima 7^

La figlia d'arte porta a casa un'altra splendida medaglia in una stagione foriera di soddisfazioni. L'azzurra passa l'esame contro atlete fino a tre anni più grandi.

Rebecca Passler

Rebecca Passler

Dominatrice fra atlete più grandi fino a tre anni, Anna Gandler, figlia del fondista Markus argento olimpico a Nagano 1998, si è impadronita di un'altra prestigiosa medaglia d'oro giovanile dopo quella iridata nella categoria youth dell'inseguimento iridato di Lenzerheide.

Pur impegnata nella categoria superiore, la ventenne austriaca non si è fatta intimorire e ha conquistato con estrema autorevolezza senza mancare alcun bersaglio la 12,5km individuale degli Europei juniores apertisi oggi a Hochfilzen.

L'argento è andato alla poco conosciuta russa Amina Ivanova, anch'essa atleta ancora youth, in grado di assicurarsi la medaglia d'argento a 1'16"8 con quattro poligoni immacolati nella prova dove ogni errore pesa un macigno pari a un minuto di zavorra sul tempo effettivo. 

Medaglia di bronzo alla polacca Joanna Jakiela, che ha costruito la sua gara sulla prestazione fondistica, la più veloce in giornata, chiudendo con tre errori a 1'27"5.

Quarta la ceca Tereza Vobornikova con tre penalità, quinta la tedesca Juliane Frühwirth con due, sesta la bulgara Maria Zdravkova con uno.

La migliore delle azzurre è stata Rebecca Passler, per nulla intimorita sugli sci e al poligono dal confronto con atlete più grandi. Proprio nella gara dove aveva conquistato l'argento mondiale juniores (Gandler fu terza), l'altoatesina si è dimostrata più che all'altezza sugli sci con l'ottavo tempo di giornata e ha concluso settima pur commettendo tre errori.

E' probabile che molte atlete abbiano deciso di rallentare il passo dopo gli errori iniziali visto che c'è in programma già la sprint domani per la compressione del programma a seguito dei provvedimenti riguardo il COVID-19, ma la prova dell'azzurra è stata interessante, soprattutto a confronto con la bulgara Milena Todorova, rivelazione in Coppa del Mondo capace di chiudere sempre nelle trenta le ultime sei gare del massimo circuito, inclusi i Mondiali di Anterselva dove è riuscita a entrare anche nelle venti una volta. La tre volte medagliata ai Mondiali juniores di Lenzerheide ha però mancato cinque bersagli non andando oltre il diciottesimo posto. 

Buona la prestazione anche di un'altra youth azzurra, Hannah Auchentaller, venticinquesima con quattro minuti di penalità. Ventinovesima Samuela Comola con due, cinquantesima Beatrice Trabucchi con cinque.

Un peccato invece che Linda Zingerle non sia stata bene e abbia dovuto saltare le gare di IBU Cup junior della scorsa settimana ad Arber in Germania. La campionessa mondiale youth della sprint, che proprio con Gandler aveva duellato intensamente a Lenzerheide, ha fatto molta fatica sugli sci e gli otto bersagli mancati l'hanno classificata in basso al cinquantaseiesimo posto.

Clicca qui per la classifica completa

Davide Bragagna

Ti potrebbero interessare anche: