Sci di fondo | 02 aprile 2020

Altro cambiamento in Svezia: Anders Byström lascia la nazionale di biathlon per guidare quella di fondo

L'allenatore svedese era diventato manager della squadra di biathlon soltanto la scorsa estate; ora fa il percorso inverso e torna allo sci di fondo, dove è cresciuto e ha allenato in passato le giovanili di Svezia e Norvegia

Altro cambiamento in Svezia: Anders Byström lascia la nazionale di biathlon per guidare quella di fondo

Se Stina Nilsson è passata dal fondo al biathlon, il percorso inverso sta ora facendo l’allenatore Anders Byström. Un anno dopo aver preso la guida della nazionale di biathlon, sostituendo Pichler, l’allenatore svedese ha deciso di tornare al suo primo amore, lo sci di fondo.

In passato, infatti Byström ha guidato la nazionale juniores svedese di fondo, crescendo atleti di livello tra gli uomini e le donne, compresa la stessa Stina Nilsson. Quindi, passato alla Norvegia, ha guidato le nazionali giovanili norvegesi, contribuendo a portare alla ribalta anche Johannes Klæbo. Lo scorso anno, poi, il ritorno in patria, nel biathlon. Ora Byström non ha resistito alla chiamata del responsabile del fondo Daniel Fåhraeus, che gli ha proposto la posizione di manager delle squadre.

«Le cose nel biathlon sono andate bene – ha affermato Byström all’Expressen – avevo altri due anni di contratto e ho dovuto pensarci bene. Credo però che nel biathlon fossimo ormai ben organizzati, quindi faranno bene in futuro. Adesso dovrò ben capire la situazione del fondo svedese, perché da qualche anno non ne faccio parte. Spero di portare stabilità e sicurezza, oltre a una buona leadership. Devo fare in modo che allenatori e atleti si concentrino solo sul proprio lavoro».

Una delle prime scelte da fare sarà quella di trovare i nuovi allenatori per le squadre, dopo il caos delle ultime settimane. Il responsabile del fondo Fårhaeus è convinto che Byström sia l'uomo giusto: «Dal punto di vista della leadership, Anders possiede l’esperienza, le conoscenze e le competenze necessarie per assumere questo ruolo. Sono fiducioso che saremo una buona squadra. Inoltre lui ha lavorato come giornalista per un periodo, cosa che può rivelarsi utile nel suo ruolo»

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: