Sci di fondo | 07 aprile 2020

Sci di Fondo - Il personal coach di Niskanen: "La stagione 2020 di Iivo? Missione compiuta!“

Dopo la conclusione anticipata della stagione, il personal coach di Niskanen, Olli Ohtonen, ha già tracciato un primo bilancio della stagione del suo assistito.

Sci di Fondo - Il personal coach di Niskanen: "La stagione 2020 di Iivo? Missione compiuta!“

Da quando, durante la stagione 2014, Iivo Niskanen si è prepotentemente affacciato alla ribalta internazionale vincendo l’oro olimpico a Sochi nella team sprint, la sua preparazione e’ sempre stata finalizzata al grande evento, Olimpiadi o Campionati del Mondo, incentrando il proprio picco di forma su un breve periodo, saltando tappe di Coppa del Mondo, per concentrarsi esclusivamente sulla gara che evidenziata sulla sua agenda durante la preparazione estiva.

Quest’estate a differenza delle precedenti, i suoi principali obiettivi in una stagione nella quale non vi erano Olimpiadi o Mondiali erano di disputare tutte le gare di Coppa del Mondo, mantenere la massima forma da Novembre a Marzo e continuare il suo percorso di crescita nel pattinaggio.

L’ex fondista Olli Ohtonen che segue Iivo da quando il ragazzo finlandese terminò il liceo al Vuokatti Sport Insitute si e’ detto in primo luogo molto soddisfatto della continuità mostrata dal suo protetto: “Iivo è stato in buona forma per tutta la stagione, disputando più gare rispetto al passato sebbene l’annata sciistica si sia conclusa prematuramente. Ha preso parte a 34 gare e senza le ultime cancellazioni sarebbero state 40 per lui. E’ stato un protagonista dal primo weekend di Ruka fino ad Holmenkollen. Non abbiamo ancora analizato nel dettaglio la stagione, ma tutte le modifiche apportate durante la preparazione hanno prodotto i risultati da noi sperati.”.

Venendo alle cifre e paragonando la stagione appena conclusa con quella passata, la prima cosa che balza all’occchio e’ il notevole salto in avanti nella generale. Se nella stagione che per lui culminava con I Mondiali di Seefeld, Niskanen aveva concluso la generale al ventesimo posto con 379 punti, in questa annata 2019-20 il leader finlandese ha terminato sesto nella overall con 1221 punti, poco distante dal terzo posto di Golberg.

Ciò per cui aveva sperato la scorsa estate, e cioè di essere nelle posizione di vertice nella lotta per la Coppa del Mondo si e’ verificato e soprattutto nella classifica che più rispecchia le sue caratteristiche di resistenza, la classifica distance, ha visto il ventottenne finnico finire al terzo posto. In stagione Iivo ha ottenuto due vittorie, entrambe nelle 15km in classico con partenze ad intervalli che tanto si adattano al suo stile di fondista da “old style format”, con sei podi totali tra i quali si evidenzia il primo raggiunto in carriera a skating, al quale lui vuole aggiungere anche l’importante quarto posto nella 15km con partenza ad intervalli in pattinaggio del Dicembre scorso a Davos.

Il miglioramento delle prestazioni in skating era l’altra missione che il fondista di Vieremä aveva evidenziato sulla propria agenda con caratteri maiuscoli nel corso dell’estate scorsa. Coach Ohtonen alla rivista finlandese specializzata in sport di resistenza Kestävyysurheilu.fi si dice molto soddisfatto su questo punto: “Niskanen è uno dei migliori fondisti in alternato da oramai parecchi anni. Ma il lavoro fatto in skating nelle ultime stagioni, in particolare la scorsa estate ha dato notevoli frutti quest’anno. Oramai lui tecnicamente a skating è non ha più nulla da invidiare ai migliori pattinatori del circuito. Il secondo posto nella 15km di Nove Mesto e’ la dimostrazione che nei prossimi Mondiali Iivo potrà ora ambire alle medaglie in entrambe le tecniche. Il quarto posto ottenuto sul difficile tracciato di Davos è stata una delle migliori gare stagionali per Niskanen, ma durante tutta la stagione il suo livello è stato di alto livello, Tour de Ski compreso".

Come detto, Niskanen aveva sempre evitato di disputare il Tour de Ski per concentrarsi sul grande evento programmato a Febbraio. Il personal coach ora di stanza a Vuokatti, si è detto contento di aver portato a termine questa sua prima esperienza nella quale Iivo ha concluso la classifica finale nella top 10 sulla salita finale del Cermis: “Per Iivo è stata la prima volta al Tour, siamo soddisfatti del risultato finale. In alcune tappe poteva andare meglio, ma è stato importante l’averlo concluso senza intoppi. Abbiamo imparato dal Tour, sia in termini di programmazione della preparazione che di continuità giorno dopo giorno anche se non so se sia appropriato per lui disputarlo quando sono in programma anche Mondiali od Olimpiadi”.

Con i Campionati Nazionali finlandesi che erano programmati lo scorso weekend a Ristijärvi, ma cancellati a causa della pandemia, Ohtonen assieme a Niskanen si riuniranno a breve per analizzare nel dettaglio la stagione appena conclusa e mettere a punto la strategia per la prossima preparazione estiva e la prossima stagione agonistica. Il personal coach, oltre a fissare l’obiettivo Oberstdorf, pone già la propria attenzione per le Olimpiadi di Pechino: “Al momento non vi è ancora una definizione dettagliata per la prossima stagione nellla quale il nostro focus verosimilmente si rifletterà sui Mondiali tedeschi. Quest’anno abbiamo deciso di saltare il training camp in altura sul ghiacciaio della Val Senales e questa decisione non ha avuto effetti negativi sulla stagione di Iivo. Tenendo conto però che le Olimpiadi di Pechino si svolgeranno ad una quota elevata sarà necessario continuare ad allenarsi a quote che ricalchino le condizioni cinesi. Niskanen però ha già grande esperienza nel competere a quote superiori ai 1500 metri e riesce ad adattarsi sempre molto bene".

Paolo Romanö

Ti potrebbero interessare anche: