Sport vari | 21 aprile 2020

La pulizia dei vostri vinili

Ci sono diversi modi per pulire i dischi, alcuni sono validi, altri decisamente fantasiosi quando non dannosi: vediamo cosa fare e cosa bisogna evitare

La pulizia dei vostri vinili

Gli album che amate tanto ascoltare con il vostro lettore vinile vintage hanno bisogno di un po’ di cura per non dover sentire quei fastidiosissimi rumori che sporcano l’ascolto. Generalmente il problema non è così grave come potrebbe essere un graffio sulla superficie del disco, ma questo non significa che si possa lasciar correre, anche per non rovinare la puntina del giradischi. Ma esattamente cosa origina i disturbi che si odono? Sporco, per lo più polvere che attenzione, è molto abile a insidiarsi tra i solchi.

È sicuramente possibile fare qualcosa per limitare l’accumulo e sarebbe bene attivarsi in questo senso ma per quanti sforzi possiamo fare evitare che il problema si presenti, è impossibile. Le azioni preliminari che potete compiere sono quelle di rimuovere la polvere dal giradischi, spolverare casa, non lasciare mai i dischi fuori dall’involucro quando non li state ascoltando, e non sapete quanta gente si scorda i vinili sul piatto, spegne lo stereo e se ne va.

Malissimo questo è il modo peggiore per far sporcare un disco che già durante l’ascolto avrà fatto il pieno di sporcizia. Queste sono le precauzioni da prendere che come detto limitano i danni ma non risolvono il problema, non c’è niente da fare, i dischi vanno puliti. Per la pulizia c’è più di un metodo, ve li illustriamo uno per uno.

Cosa non fare

Prima di farvi sapere come pulire i dischi, vogliamo dirvi cosa assolutamente non fare perché in rete c’è chi propone l'impiego dell’alcol isopropilico. Per carità contro lo sporco è spietato, funziona alla grande e per i primi tempi il disco si ascolta pure bene, peccato che piano piano rovini la superficie del disco e ve ne accorgete dopo il terzo o quarto ascolto che c’è qualcosa che non va. Sconsigliati i lavaggi con il detersivo per i piatti, altra soluzione che spesso si trova in rete, anche questo metodo casalingo comporta l’accumularsi del prodotto nei solchi e gli effetti negativi non tardano ad arrivare.

Macchina per la pulizia dei dischi

Per quelli che preferiscono fare le cose per bene in commercio ci sono delle macchine per la pulizia, queste possono essere automatiche, ovvero che l’utente deve solo preoccuparsi di posizionare il disco e pigiare un pulsante, e semiautomatiche che richiedono qualche intervento extra da parte dell’uomo come ad esempio girare la facciata. I prezzi sono per tutte le tasche, quelle meno performanti partono dai 50 euro circa ma si può arrivare a superare tranquillamente i 300 euro per una buona macchina che sfrutta gli ultrasuoni.

Panni in microfibra

Economici e di grande aiuto sono i panni in microfibra. Se li passate prima e dopo ogni ascolto difficilmente avrete problemi di sporcizia e la puntina del vostro giradischi ve ne sarà grata.

Prodotti specifici

Se non avete mai avuto l’abitudine di una rapida spolverata pre e post ascolto è probabile che poi il semplice uso del panno non sia sufficiente poiché lo sporco è praticamente cristallizzato nei solchi. Si può fare ricorso un deep track cleansing, in sostanza uno specifico prodotto per la pulizia dei solchi come potrebbe essere il Vinylclaer che dà buoni risultati. Il suo uso è semplice: si spruzza sul disco un po’ di prodotto e lo si lascia agire per uno o due minuti quindi con il famoso panno di microfibra, partendo dal centro si procede verso l’esterno con movimenti circolari. Chiaramente l’operazione va ripetuta su entrambi i lati. Nel caso in cui dall’ascolto vi rendete conto che i solchi sono ancora sporchi, ripetete l’operazione.

Spazzole

Molto efficaci per la rimozione della polvere sono le spazzole. Ci sono quelle antistatiche che vanno usate con movimenti circolari dall’interno verso l’esterno ma non direttamente sul giradischi, quindi il vinile va appoggiato su un tavolo. Con la cosiddetta spazzola mobile, invece, la pulizia del vinile può avvenire direttamente sul giradischi mentre il piatto gira.

Conclusioni

Alla luce di quanto detto la soluzione migliore è certamente una buona macchina lavadischi, purtroppo problemi di budget non sempre la rendono una strada percorribile, allora prima che lo sporco sia eccessivo e difficile da rimuovere, prendetevi il tempo per togliere manualmente la polvere con gli altri metodi suggeriti, magari fatelo proprio mentre ascoltate della buona musica.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche: