Sci di fondo | 16 maggio 2020

Wolfgang Pichler provoca i norvegesi: "Hanno paura della Svezia sia nel fondo che nel biathlon"

L'ex allenatore della nazionale di biathlon della Svezia: "Molti norvegesi sono scettici sui nostri metodi di allenamento. Pensassero a se stessi; l'arrivo di Stina Nilsson nel biathlon, li ha innervositi"

Wolfgang Pichler provoca i norvegesi: "Hanno paura della Svezia sia nel fondo che nel biathlon"

È tedesco ma ha reso grande la Svezia del biathlon, seguendola per tanti anni. Wolfgang Pichler continua a seguire con passione le vicende della sua ex squadra e ha accolto in modo molto favorevole il passaggio di Stina Nilsson dal fondo al biathlon. In questo senso l’allenatore tedesco ha lanciato, in un’intervista ad Aftonbladet, una frecciatina ai norvegesi: «La Norvegia sicuramente dovrà preoccuparsi dell’arrivo di Nilsson nel biathlon, penso siano già nervosi da morire adesso».

Pichler ha quindi detto la sua sulle tante critiche che i metodi di lavoro degli allenatori svedesi, sia nel fondo che nel biathlon, hanno ricevuto da parte di addetti al lavoro norvegesi: «Ho notato che molti norvegesi sono scettici sui metodi di allenamento della Svezia. Perché non si concentrano sui propri? Loro sono norvegesi, noi svedesi. Siamo diversi. Concentratevi sul vostro lavoro, noi sul nostro».

L’allenatore tedesco ha quindi provocato: «Rido quando leggo le loro dichiarazioni. Penso che la Norvegia abbia paura della Svezia. Hanno Therese Johaug come loro grande superstar nel fondo, ma chi ha vinto ad Oslo? Si, Frida Karlsson. E chi ha vinto l’ultima staffetta dei Mondiali? Si, la Svezia. Nel biathlon c’è la stessa tendenza: la Svezia ha battuto la Norvegia in staffetta alle ultime Olimpiadi sia con gli uomini che con le donne. Quindi la Norvegia non dovrebbe essere così presuntuosa»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: