Sport vari | 22 maggio 2020

Il giusto equipaggiamento per la nostra passione!

La bella stagione è iniziata, certo non con gli squilli di tromba a cui siamo abituati quando la primavera fa il suo ingresso nelle nostre routine, ma comunque è qui, e con lei tutte le attività che, finalmente, possiamo tornare a praticare all'aria aperta

Il giusto equipaggiamento per la nostra passione!

La bella stagione è iniziata, certo non con gli squilli di tromba a cui siamo abituati quando la primavera fa il suo ingresso nelle nostre routine, ma comunque è qui, e con lei tutte le attività che, finalmente, possiamo tornare a praticare all'aria aperta. Ma bbiamo tutto l'occorrente per affrontare una nuova stagione assolata? A seconda dell'attività che vorremo svolgere, infatti, avremo bisogno di attrezzatura appropriata: su siti come snowleader.it potremo visionare un'ampia gamma di prodotti, molti dei quali potrebbero farci accendere la proverbiale lampadina.
In tutti i casi, nelle prossime righe faremo un piccolo elenco delle attrezzature base per il trekking, una delle attività più sperimentate dalle persone nella bella stagione, grazie anche ai meravigliosi panorami che il nostro Paese ci mette a disposizione.

NOI E IL TREKKING, COSA POTREBBE MANCARCI? LE SCARPE!
Per prima cosa, pensiamo alle scarpe, che sono certamente l'accessorio più indispensabile. Probabilmente ne possediamo una o due paia che possano essere perfette per questa soddisfacente attività, ma magari non sono proprio "fatte apposta"; oppure ancora, le nostre scarpe professionali da trekking hanno ormai qualche anno e abbiamo bisogno di acquistarne un nuovo paio. Eccoci qua. Quali caratteristiche dovrebbero avere? Prima di tutto, una tomaia alta; questo tipo di scarpe hanno generalmente questa caratteristica, perché in questo modo proteggono il piede e la prima parte della gamba da possibili assalti di animali velenosi o piante irritanti: una tomaia alta vi preserverà dai temuti morsi di vipera, ad esempio, che potrebbero anche rivelarsi fatali qualora le circostanze vi impedissero di raggiungere alla svelta un primo soccorso. Secondo, ma decisamente importante, dovrebbero avere una suola in grado di proteggere dai sassi: ovviamente non c'è niente di più facile, facendo trekking, di calpestare sassi che, con una suola non degna di questa attività, potrebbero farci davvero molto male. Una suola con questa protezione, invece, ci renderà quasi impossibile sentire il dolore anche su percorsi decisamente accidentati.

E SE AVESSIMO BISOGNO DI UN NUOVO E PIU' CAPIENTE ZAINO?
Parlando invece di zaini, altro accessorio indispensabile per gli escursionisti, quali caratteristiche sarebbe meglio avessero per essere il più comodi possibile durante le nostre passeggiate? Il nostro zaino dovrà essere leggero, resistente ed ergonomico. Leggero perché altrimenti, oltre al notevole peso dell'attrezzatura di cui sarà riempito, avremo un peso in più da caricarci sulle spalle: il suo; Resistente perché in questo modo sarà perfetto per le quattro stagioni: resisterà alle intemperie in inverno e in estate, in grado di adattarsi perfettamente a tutto; ergonomico perché la nostra salute è importante, e certamente non possiamo rischiare di rovinarci la schiena a causa di uno zaino: via libera, quindi, agli zaini con imbottitura di schiuma per lo schienale e con le cinghie regolabili, così da essere perfetti per qualsiasi schiena lo vorrà indossare.
Punti jolly avrà lo zaino prescelto qualora risultasse ampliabile, con una protezione antipioggia incorporata, così come la compatibilità con il sistema di idratazione.

Non lasciamo che le nostre escursioni siano lasciate al caso: attrezziamoci a dovere, prima di partire alla scoperta del nostro meraviglioso mondo.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche: