Sci di fondo | 30 maggio 2020

Fondo - Cologna sul passaggio di Chernousov alla Svizzera: "È sempre stato molto forte, ma da anni non è in Coppa del Mondo"

Lo svizzero ha anche parlato del duello tra Klæbo e Bolshunov: "Il russo è oggi più forte, è migliorato tanto nelle sprint e anche in skating"

Fondo - Cologna sul passaggio di Chernousov alla Svizzera: "È sempre stato molto forte, ma da anni non è in Coppa del Mondo"

In un’intervista rilasciata in Russia, al sito sport-express.ru, Dario Cologna ha parlato dell’imminente passaggio di Ilia Chernousov alla nazionale svizzera. «Ho sentito parlare di questa notizia – ha ammesso il vincitore di quattro ori olimpici – ma finora non ho davvero capito quale sia l’obiettivo di Ilia. È pronto per gareggiare ai Mondiali? È sempre stato molto forte, ma ormai da diversi anni non è più in Coppa del Mondo. Non so se vuole tornare o preferisce continuare a correre nelle lunghe distanze come sta facendo ora».

Ovviamente se Chernousov dovesse proporsi per gareggiare con la nazionale svizzera, potrebbe essere inserito anche nella staffetta elvetica ai Mondiali: «Perché no? Ma finora tutto questo discorso è solo teoria. Chernousov deve prima entrare in squadra. E poi abbiamo la stessa età ed entrambi non siamo molto giovani. Se lo conosco? Abbiamo comunicato a volte in Coppa del Mondo, niente di più. In Svizzera viviamo e ci alleniamo in posti molto distanti».

Cologna ha poi parlato anche dei duellanti di oggi, Bolshunov e Klæbo: «Negli ultimi due anni Bolshunov è stato fantastico. Ora è diventato un fondista completo e vince anche nelle sprint e nelle gare in skating, dove prima non era così competitivo. Si, Klæbo è il migliore nelle sprint e in alcune mass start, ma in generale Bolshunov è oggi più forte».

Il campione svizzero ha chiarito anche i suoi obiettivi: «Mi sto preparando per le prossime Olimpiadi. Ora non lotto più per vincere la generale di Coppa del Mondo, punto più su alcune gare in particolare. I miei obiettivi immediati sono i Mondiali di Oberstdorf e le Olimpiadi. Dopo i Giochi concluderò probabilmente la mia carriera».
    
Infine l’olimpionico ha risposto anche a una domanda su Ustiugov e la sua esclusione dalle Olimpiadi di Pyeongchang: «Non ne so molto per esprimere una mia opinione. Diciamo che allora mi è sembrato strano che Ustiugov potesse gareggiare in Coppa del Mondo, ma non alle Olimpiadi. Questa cosa non l’ho capita. Ma non so cosa sia accaduto alle Olimpiadi di Sochi e posso solo sperare che tutto fosse e sarà onesto. E che tutti i migliori atleti possano partecipare alle prossime Olimpiadi»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: