Biathlon | 01 giugno 2020

Biathlon - A Premanon la nazionale francese è tornata al lavoro

Assente la sola Anais Bescond, che è ancora in Canada, presenti tutti gli atleti delle squadre A maschile e femminile; ecco alcune misure di sicurezza adottate

Foto di Flavio Becchis

Foto di Flavio Becchis

Presso il centro federale di sci nordico a Premanon si è ritrovata la nazionale di biathlon francese per il primo raduno stagionale. Nella località dello Jura sono presenti tutti gli atleti delle squadre A maschile e femminile, con la sola eccezione di Anais Bescond, che è ancora in Canada, a Canmore.

Un bel momento per Anais Chevalier, tornata ad allenarsi con le compagne di squadra dopo un anno di assenza. Con lei c’erano quindi sua sorella Chloé, Justine Braisaz, Julia Simon e Caroline Colombo. Per la squadra maschile è il primo storico raduno senza Martin Fourcade. Sono predendi quindi i componenti della Squadra A: Quentin Fillon Maillet, Emilien Jacquelin, Simon Desthieux, Antonin Guigonnat, Fabien Claude e Martin Perillat Bottonet.

Presenti anche i quattro allenatori, due tecnici e un fisioterapista.

Molto restrittive le misure adottate. All’interno del centro si potrà circolare in un solo senso, gli atleti avranno stanze singole e ci saranno due diversi servizi catering. I tavoli da otto saranno occupati soltanto da due atleti, sempre seduti in diagonale alle due estremità del tavolo, con le posate già sistemati. Non ci sarà buffet, ma i piatti saranno serviti direttamente. Nessun atleta, quindi toccherà nulla. Ovviamente, poi, gli atleti dovranno anche rispettare il distanziamento sociale ed altre misure restrittive.  

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: