Sci di fondo | 05 giugno 2020

Doping - Ricorso della Russia contro la squalifica per 4 anni: l'appello al TAS rinviato a novembre

A causa dell'emergenza coronavirus, la disputa tra RUSADA e la WADA presso il TAS di Losanna è stata rinviata al 2 novembre

Doping - Ricorso della Russia contro la squalifica per 4 anni: l'appello al TAS rinviato a novembre

L’emergenza coronavirus ha causato un ritardo nella disputa tra RUSADA e WADA, giunta al TAS di Losanna. Lo scorso dicembre, l’agenzia mondiale antidoping ha sospeso la Russia da tutte le competizioni internazionali per quattro anni, a causa delle manomissioni al database del Laboratorio Antidoping di Mosca, privando anche RUSADA dello status di conformità.

I russi si erano quindi rivolti in appello al TAS di Losanna, le cui audizioni erano in programma per l’estate. Tutto però rimandato, come chiarito dal TAS: «L’audizione è stata rinviata a causa della pandemia di coronavirus e le restrizioni, in vigore in Svizzera, sull’ingresso di cittadini extra UE. È stata esclusa la possibilità di tenere le audizioni tramite videoconferenze e, dopo aver consultato le parti, sono state stabilite nuove date».

Se ne parlerà quindi in autunno, tra il 2 e il 5 novembre.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: