Skiroll | 07 giugno 2020

Livigno: la strada del Passo Forcola diventa il banco di allenamento degli sportivi

Tra i tanti sportivi presenti a Livigno anche il cannibale delle volate ciclistiche Mark Cavendish

Livigno: la strada del Passo Forcola diventa il banco di allenamento degli sportivi

Bella ed apprezzata l’offerta proposta dal Comune e da Apt Livigno nei confronti dei tanti sportivi presenti nella località, di potersi allenare in questi giorni sulla strada che conduce al Passo della Forcola ancora chiusa ai mezzi a motore.

Nell’attesa del 15 giugno, data in cui il Passo che collega Livigno al Canton Grigione di Poschiavo e dell’Engadina, verrà ufficialmente aperta al transito, tutte le mattine dalle 8.30 alle 11.30 i 4.5  chilometri di salita dalla pendenza media del 6% con i suoi 344 metri di dislivello, si trasformano in una sede di allenamenti davvero eccezionale. Sabato mattina a Livigno erano davvero tanti tra skirollisti e ciclisti che hanno potuto raggiungere il Passo della Forcola.

Atleti locali ma anche tanti campioni delle due ruote presenti in questo periodo a Livigno, dove non è di certo passata inosservata la presenza in sella alla sua bicicletta del campionissimo britannico nativo dell’Isola di Man, Mark Cavendish. Spazio ovviamente anche ai campioni del Livigno Team, con l’uomo Scott Mattia Longa a fare ripetute a bordo della sua mountain bike ad affiancare i fondisti dello Sporting Livigno al settimo cielo per poter “skirollare” in tutta tranquillità. “Certamente questa proposta del Comune di Livigno è stata una bellissima idea.

In un certo senso questo “transito libero” del Passo della Forcola, rappresenta la continuazione della nostra pista ciclabile un progetto che consente ovviamente la pratica dello sport in sicurezza. Speriamo che per il prossimo futuro, meteo permettendo, si potrà sfruttare questa opportunità che per ciò che mi concerne, rappresenta la salita ideale per svolgere sia in sella alla bici da strada che alla mountain bike, lavori specifici di forza intervallati. Ripetute su strada e discesa sullo sterrato cosa volere di più -commenta l’azzurro di mtb Longa-.

Dello stesso parere, l’ex nazionale di sci di fondo e attuale allenatore dello Sporting Livigno, Simone Urbani: “Diciamocela tutta. L’Italia non è la Norvegia dove i fondisti possono allenarsi tranquillamente sulle strade senza essere stressati da continue “strombazzate di clacson.  Anche per noi e per i miei ragazzi questa è una buona opportunità per svolgere lavori particolari ed anche allenamenti a skating, disciplina che occupa più ingombro stradale e per questo motivo meno usuale”. 


Colto in flagrante sul Passo della Forcola in sella alla sua bicicletta da strada, rispolverando la sua gamba da ex atleta nazionale di sci alpino, abbiamo raccolto l’impressione dello stesso presidente di Apt Livigno, Luca Moretti: “Bellissima iniziativa voluta in questo momento di ripresa turistica e dove il nostro messaggio è quello di riproporre  lo slogan già da noi adottato: “Livigno Active”. Abbiamo colto l’occasione della non ancora apertura del passo della Forcola da parte del governo svizzero- che come spesso accade tende a temporeggiare per poter posticipare il più possibile l’apertura primaverile del transito di confine, ndr- per regalare ai nostri sportivi questa splendida occasione. Personalmente penso che dopo questo lockdown forzato, tutti quanti noi abbiamo capito l’importanza e la necessità del praticare sport in un contesto naturale. Io stesso sabato sono balzato in sella alla mia bicicletta da strada e mi sono recato al Passo della Forcola e devo dire che lo sport rigenera il fisico e la mente”. 

State sintonizzati sul canale di Livigno perchè sono in arrivo novità sportive davvero interessanti.    

 

Katja Colturi

Ti potrebbero interessare anche: