Sci di fondo | 01 luglio 2020

Le federazioni di Austria e Germania garantiscono alla FIS: "Ospiteremo le gare di Coppa del Mondo in programma nelle nostre nazioni"

Le due federazioni hanno deciso di andare avanti con l'organizzazione degli eventi, anche se si dovessero svolgere senza pubblico o con forti limitazioni

Le federazioni di Austria e Germania garantiscono alla FIS: "Ospiteremo le gare di Coppa del Mondo in programma nelle nostre nazioni"

Una bella notizia per sci di fondo, salto e combinata nordica. In un comunicato congiunto apparso sul sito FIS, le federazioni di Austria e Germania hanno confermato che hanno intenzione di ospitare tutte le gare di Coppa del Mondo, che da calendario FIS sono in programma sui loro territori. Entrambe stanno lavorando a stretto contatto con le autorità sanitarie e i comitati organizzatori affinché tutti gli eventi possano svolgersi nelle migliori condizioni.

Il presidente della OSV austriaca, Peter Schröcksnadel ha affermato: «Lo sport è la nostra linfa vitale, dobbiamo riuscire ad ospitare tutti gli eventi se possibile, anche se non dovesse essere possibile avere spettatori. Dobbiamo creare le condizioni necessarie per l’attività».

Ancora più importante per lo sci nordico è la conferma della Germania, che a febbraio ospiterà il Mondiale ad Oberstdorf. La DSV è molto fiduciosa sulla possibilità di organizzare tutti gli eventi, anche se si dovesse mettere un limite al numero di spettatori presenti. Nella pianificazione delle manifestazioni, l’associazione tedesca ha tenuto conto dello stato della pandemia, delle possibile date di viaggio, delle decisioni politiche di alleggerire le attuali restrizioni, della creazione o revisione delle norme di igiene e sicurezza, nonché dell’impatto sugli atleti. Hubert Schwarz, presidente della DSV ha affermato: «Vista la situazione attuale, riteniamo che tutte le gare di Coppa del Mondo programmate in Germania si disputeranno, anche se le competizioni dovessero svolgersi con un numero limitato di spettatori o a porte chiuse. Al momento stiamo migliorando le norme di sicurezza, che terranno conto da un lato delle condizioni sul posto, dall’altro delle esigenze delle singole discpline, al fine di fare ogni cosa sia nella nostra responsabilità per garantire la sicurezza degli atleti e degli spettatori»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: