Notizie | 07 luglio 2020

La Val di Fiemme calamita per 512 milioni. Audience da favola per le coppe del mondo

Tour de Ski, Salto Speciale e Combinata Nordica i vertici delle gare più seguite nel mondo. Confermate le gare del 2021.

Foto Flavio Becchis

Foto Flavio Becchis

Ci sono tanti modi per leggere ed interpretare i dati di audience televisiva di un grande evento. Da qualsiasi prospettiva lo si esamini, i dati elaborati da Nielsen mettono in primo piano le gare di Coppa del Mondo della Val di Fiemme della scorsa stagione, un po’ la ‘fotocopia’ del successo delle annate precedenti.

Il clou è rappresentato dagli oltre 512 milioni di telespettatori totali per Tour de Ski, Salto Speciale e Combinata, tutto nell’ambito della Coppa del Mondo 2019/2020, considerando tutte le tipologie di trasmissione (live, delay, rerun, highlights, news, magazine, etc.). Le tre giornate trentine del Tour de Ski, con l’inserimento della Sprint il sabato a centrare la palma di miglior diretta del fondo con 9 milioni di telespettatori, hanno raggiunto quota 198 milioni. Valutando poi i telespettatori della sola diretta, le tappe della Val di Fiemme sono state le più viste (33 M), con la “triple” di Ruka appena a 17 milioni e Lenzerheide a 16. La Final Climb del Cermis ha tenuto incollati alla TV 15 milioni di viewer fra diretta e differita, dati davvero significativi.

Nel dettaglio dei mercati, la Russia nelle tre giornate ha contato 53 milioni di appassionati davanti alla TV, la Germania 32 milioni e la Norvegia 29 milioni.

Il Salto Speciale in Italia non ha grande seguito, ma nel mondo è una disciplina con indici di ascolto da urlo. Le gare fiemmesi hanno totalizzato 201 milioni di telespettatori dei quali 42,8 milioni in diretta, e per fare un paragone basta dire che il weekend più visto in TV in tutta la Coppa del Mondo di Sci Alpino della stagione conclusa, quello di Kitzbühel, ha contato 26,7 milioni di appassionati.

Non scherza neppure la Combinata Nordica in Val di Fiemme, con un totale di telespettatori pari a 113.610.000 dei quali oltre 73 milioni di tedeschi, dati davvero importanti per la promozione turistica.

Con questi numeri esaltanti è logico che la vallata trentina sia ancora protagonista nel calendario di Coppa del Mondo di Sci di Fondo e di Combinata Nordica. Con il trampolino HS 134 attualmente inagibile in attesa dei lavori per le Olimpiadi, la prossima stagione non vedrà il Salto Speciale, ma sono confermate le tre giornate a gennaio del Tour de Ski con venerdì 8 a proporre la ormai tradizionale Mass Start in classico (10 e 15 km), sabato la Sprint in classico e domenica 10 la finalissima, Mass Start, lungo la Final Climb.

Il weekend successivo toccherà alla Combinata Nordica con due Individual Gundersen (venerdì 15 e domenica 17) e una Team Sprint (sabato), tutte sul Normall Hill HS 104.

Il comitato organizzatore fiemmese presieduto da Bruno Felicetti e diretto da Cristina Bellante insieme ai vari responsabili di settore ha predisposto un piano secondario, semmai le norme di contenimento del Covid-19 imponessero particolari restrizioni, tutto recepito dalla FIS che avallerà i calendari di Coppa del Mondo delle varie discipline dopo il meeting di settembre.

Intanto in Val di Fiemme si brinda ai significativi dati dell’audience televisiva, fiore all’occhiello anche di FISI e FIS.

     

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: