Biathlon | 29 luglio 2020

Biathlon - L'IBU ha chiesto a Kasperovich nuove spiegazioni sull'accredito falso utilizzato ad Anterselva

L'allenatore di Loginov aveva utilizzato nel corso del Mondiale un accredito della nazionale ucraina; da lì scattò la perquisizione delle autorità italiane su segnalazione dell'IBU

Biathlon - L'IBU ha chiesto a Kasperovich nuove spiegazioni sull'accredito falso utilizzato ad Anterselva

L’IBU è tornata a pressare Alexander Kasperovich, personal trainer di Alexander Loginov, sulla vicenda dell’accredito falso con cui si è presentato al Mondiale di Anterselva. L’allenatore del campione del mondo sprint, infatti, non aveva ricevuto un normale accredito dalla nazionale russa di biathlon, pur risiedendo nell’albergo della squadra, così aveva utilizzato quello di un accreditato della nazionale ucraina. La vicenda non era passata inosservata e su denuncia dell’IBU, la mattina della staffetta maschile, le autorità italiane fecero irruzione nell’albergo russo, perquisendo le stanze di Loginov e Kasperovich, prendendo numerosi documenti e oggetti personali.

A distanza di mesi, l’IBU è tornata a chiedere informazioni all’allenatore di Loginov,  oggi alla guida anche della nazionale bulgara. «L’IBU mi ha chiesto di spiegare nuovamente – ha affermato Kasperovich all’agenzia TASS – non so per quale motivo questo problema sia stato nuovamente sollevato. Mi hanno inviato una lettera che conteneva diverse domande, alle quali ho risposto l’altro giorno. Non mi preoccupo di questo».

Nel frattempo Kasperovich ha ricevuto una bella notizia, in quanto il prossimo 6 agosto potrà finalmente raggiungere la Bulgaria, dove guiderà il raduno della nazionale bulgara. Vitaly Noritsyn, che assieme a lui allenerà la Bulgaria, raggiungerà il paese già il prossimo 30 luglio: «Non ci dovrebbero essere problemi – ha spiegato Kasperovichdal momento che abbiamo un visto di lavoro».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: