Sci di fondo | 29 luglio 2020

Fondo - Duro test in salita per i fondisti del gruppo Milano-Cortina 2026

Al raduno di Tirrenia, questa mattina gli azzurri hanno effettuato un test in salita sul Monte Serra, 6.1 km per gli uomini e 5.1 km per le donne

Fondo - Duro test in salita per i fondisti del gruppo Milano-Cortina 2026

Il folto gruppo Milano Cortina 2026 ha raggiunto lunedì scorso il Centro CONI di Tirrenia, in Provincia di Pisa, e vi resterà fino a martedì 4 agosto per un raduno in riva al mare, molto importante dal punto di vista atletico. Per la prima volta i tre gruppi, i due Scola e Pasini, più quello diretto da Paredi, stanno lavorando assieme. Fin qui, infatti, le due squadre formate dagli atleti che devono già pensare e puntare a un pettorale di Coppa del Mondo si erano radunati due volte con la Squadra A e in un’altra occasione da soli, mentre il gruppo di Paredi aveva svolto un solo raduno.

Nella giornata di oggi gli atleti hanno effettuato anche un duro test sugli skiroll in salita a Monte Serra. In tecnica classica gli uomini hanno percorso 6,1km per un dislivello di 520 metri (pendenza media 8,5%), mentre le donne di 5,1km con un dislivello di 440 metri (pendenza media 8,6%). Il percorso era praticamente identico, soltanto che gli uomini sono partiti un chilometro più in basso.

Nonostante il caldo, gli allenatori possono ritenersi ben soddisfatti della prova dei propri atleti. Renato Pasini ha applaudito le donne da lui allenate, con Anna Comarella che si è confermata molto competitiva in salita chiudendo con il miglior tempo (in fin dei conti aveva fatto molto bene, seppur non al meglio, in occasione del Cermis nell'ultimo Tour de Ski), ma alle sue spalle Francesca Franchi e una Cristina Pittin che ha approcciato alla preparazione con grande determinazione, hanno contenuto i distacchi. Passi in avanti anche da Caterina Ganz, nonostante non abbia mai amato tanto questo tipo di percorsi con gli skiroll, e Martina Bellini. Tra le giovani di Paredi bella prestazione da parte di Valentina Maj, oggi la migliore delle atlete nate nel nuovo millennio.

Tra gli uomini, allenati da Fulvio Scola, molto positiva la prestazione di Lorenzo Romano, che ha fatto registrare il miglior tempo finale, impressionando particolarmente nella fase centrale del percorso. Ottime prove anche per Simone Daprà, Stefan Zelger e Davide Graz, che hanno fatto registrare tempi molto vicini tra loro. Alle spalle dei tre, molto vicini, due atleti della squadra di Paredi che hanno fatto registrare lo stesso tempo, Michele Gasperi e Martin Coradazzi. La loro prova ha lasciato più di un sorriso sul volto dell’allenatore lombardo.

Ovviamente si tratta di test estivi, utili soprattutto all’allenamento e per vedere le reazioni del fisico a tali sforzi, senza dimenticare che non tutti reagiscono alla stessa maniera agli sforzi della preparazione e riescono a trovarsi a proprio agio sugli skiroll nei percorsi in salita.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: