Sci di fondo | 07 agosto 2020

La FISI: "Nessuna competizione in Italia fino al 15 ottobre"

La FISI ha deciso di prorogare il divieto per gli atleti italiani di prendere parte a competizioni fino a metà ottobre; saltano quindi gli Italiani di biathlon e fondo ad Anterselva

La FISI: "Nessuna competizione in Italia fino al 15 ottobre"

Viene prorogato il divieto imposto dalla FISI agli atleti italiani di prendere parte a competizioni internazionali e nazionali, ma anche all'organizzazione di qualsiasi competizione federale. Una brutta notizia, che condiziona fortemente il calendario italiano. A metà settembre, infatti, erano previsti i Campionati Italiani Estivi di fondo e biathlon ad Anterselva, che a questo punto vengono cancellati. Inoltre, nessun azzurro potrà gareggiare all'estero. A questo punto non ci saranno nemmeno atleti italiani al via del City Biathlon di Wiesbaden, che è in programma per il 27 settembre. Per non parlare di una stagione dello skiroll ormai compromessa. 

Lo stop imposto dalla FISI, quindi, terminerà proprio alla vigilia del via della Coppa del Mondo di sci alpino, che partirà il 17 ottobre. Sicuramente una decisione che dividerà gli sportivi.

IL COMUNCIATO DELLA FISI

A seguito del Decreto-Legge n. 83 approvato il 30 luglio relativo alle “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020” che dispone la proroga dello stato di emergenza in Italia fino al 15 ottobre 2020, con Delibera d’urgenza del Presidente n. 177 del 7 agosto 2020 viene stabilito il rinnovo del divieto per gli atleti di prendere parte a competizioni nazionali e internazionali e, altresì, di non autorizzare l’organizzazione di qualsiasi competizione federale così come la relativa partecipazione fino al 15 ottobre 2020.

 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: