Biathlon | 25 agosto 2020

Biathlon - Fotogallery e resoconto del raduno della nazionale juniores e giovani a Forni Avoltri

Test di corsa e sugli skiroll per gli azzurrini, che hanno soddisfatto l'allenatore responsabile Mirco Romanin: "Stanno rispondendo bene ai carichi che stiamo proponendo"

Biathlon - Fotogallery e resoconto del raduno della nazionale juniores e giovani a Forni Avoltri

Si è concluso il quinto raduno stagionale della nazionale Juniores e Giovani di biathlon. Gli azzurrini avevano raggiunto Forni Avoltri lunedì 17 agosto, per restarvi una settimana, sfruttando al meglio l’impianto della Carnia Arena International Biathlon Centre, che si sta rifacendo il look in vista degli EYOF del 2023, ma anche tutta la zona circostante, che come sempre offre delle grandi opportunità.

L’allenatore responsabile Mirco Romanin, coadiuvato da Fabio Cianciana, Edoardo Mezzaro, Pietro Dutto, Samantha Plafoni, Daniele Piller Roner ed Aline Noro, hanno sottoposto i sedici giovani azzurri ad una settimana piuttosto intensa. La squadra era presente al gran completo: Beatrice Trabucchi, Rebecca Passler, Hannah Auchentaller, Gaia Brunetto, Linda Zingerle, Martina Trabucchi, Sara Scattolo, Ilaria Scattolo, Daniele Fauner, Iacopo Leonesio, Michele Molinari, David Zingerle, Stefano Canavese, Elia Zeni, Nicolò Betemps e Marco Barale.

Ovviamente non sono mancati i test. Quello di corsa sui tremila metri ha confermato l'ottima forma di Beatrice Trabucchi e Linda Zingerle, che hanno fatto registrare il miglior tempo. Tra i maschi, invece, David Zingerle ha chiuso in testa di un soffio su Iacopo Leonesio e Michele Molinari. Assenti in questo test Daniele Fauner, che ha avuto un piccolo problema fisico nella prima parte del raduno, Gaia Brunetto e Ilaria Scattolo. La prima ha accusato un problema fisico nel corso del raduno, mentre la seconda non ha sempre svolto gli stessi allenamenti delle compagne, essendo ancora in via di recupero dall’infortunio che l’aveva costretta a saltare il precedente raduno. La friulana è però in netta ripresa.

Sabato poi altri test, questa volta sugli skiroll, insieme anche ad alcuni giovani del Comitato FVG e degli sci club locali. In programma una sprint e una pursuit, con il giro di penalità però più breve rispetto alle abitudini. Nella sprint da 5km si è imposto Stefano Canavese con un errore al tiro, battendo di 6” Iacopo Leonesio a parità d’errore e di 8” un David Zingerle in buonissime condizioni, che ha perso pochissimo, nonostante i tre bersagli mancati in piedi. Il giovane di Anterselva si è successivamente imposto nell’inseguimento, chiuso con un vantaggio di 3” davanti a Stefano Canavese, penalizzato da tre errori nella prima serie in piedi, e 12” su Iacopo Leonesio, nonostante i cinque errori al tiro.

Tra le ragazze Linda Zingerle si è imposta nella sprint da 4km con un vantaggio di 4” su Beatrice Trabucchi, nonostante un errore in più al tiro. Terza classificata Rebecca Passler. La valdostana del Centro Sportivo Esercito ha poi vinto invece la pursuit da 6km sfruttando al meglio la maggior precisione al poligono. A 23” Linda Zingerle, fortemente penalizzata dalla seconda serie a terra, mentre terza è giunta Rebecca Passler.

Quest’ultima ha dato invece spettacolo proprio questa mattina nelle due single mixed relay che hanno chiuso il raduno. La giovane del CS Carabinieri ha vinto entrambe le gare in coppia con Nicolò Betemps, mettendo nuovamente in mostra le sue caratteristiche al tiro che si adattano perfettamente a questo format di gara.

Al termine del raduno è soddisfatto Mirco Romanin: «È stata una settimana ricca di lavoro per i nostri atleti, che hanno svolto diversi allenamenti ad alta intensità. I ragazzi stanno rispondendo molto bene ai carichi di lavoro che gli stiamo proponendo. È stato un raduno molto positivo, nonostante qualche infortunio abbia un po’ frenato alcuni, ma è anche normale che sia così in questo periodo. Abbiamo sottoposto i ragazzi a molta intensità combinata al tiro, iniziando così il finale di questa prima fase della preparazione dai carichi importanti, che si chiuderà con il prossimo raduno, in programma ad Anterselva a settembre, dove svolgeremo anche altri test. Come sempre la prima metà di settembre ci servirà per capire a che punto siamo e finalizzare il lavoro fin qui svolto sulla parte organica e il tiro. Poi scaricheremo bene una settimana, per riprendere successivamente con un po’ di base per iniziare la marcia d’avvicinamento all’inverno. Anche questa volta sono particolarmente soddisfatto dei test atletici, nei quali gli atleti sono riusciti a migliorarsi sensibilmente, nonostante il livello fosse già buono».

Nel prossimo raduno, ad Anterselva, il Gruppo Juniores e Giovani avrà l'opportunità di allenarsi con i big della Squadra A, una bella opportunità per questi ragazzi di confrontarsi e osservare da vicino la routine dei grandi campioni.

Di seguito la fotogallery con alcune immagini dal raduno degli azzurrini.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: