Salto | 01 settembre 2020

Salto - In Giappone si torna a gareggiare dopo cinque mesi: Ryoyu Kobayashi sconfitto da Yukiya Sato

Sul trampolino HS 137 di Sapporo prima gara per i saltatori giapponesi; una bella occasione per rivivere l'emozione della competizione

Salto - In Giappone si torna a gareggiare dopo cinque mesi: Ryoyu Kobayashi sconfitto da Yukiya Sato

Per la prima volta dopo oltre cinque mesi i saltatori giapponesi sono tornati a saltare. Ryoyu Kobayashi e compagni si sono sfidati a Sapporo, sul trampolino HS 137, una gara test per tornare a vivere l’emozione del pettorale a distanza di tanto tempo. Il Giappone, infatti, non ha potuto raggiungere l’Europa per gareggiare a Wisla, in occasione dell’unico appuntamento del Summer Grand Prix, né avere alcun contatto con atleti di altre nazionalità.

A sorpresa la vittoria non è andata al leader del movimento giapponese, quel Ryoyu Kobayashi che sogna di vincere l’oro mondiale ad Oberstdorf, dopo che tanta sfortuna gli aveva tolto questa opportunità due anni fa a Seefeld, in una stagione che il nipponico aveva dominato in lungo e in largo. A imporsi sul trampolino di Sapporo è stato Yukiya Sato, il migliore in entrambi i salti, chiudendo con 241,7 punti. Alle sue spalle proprio il vincitore della Coppa del Mondo nella stagione 2018/19, Ryoyu Kobayashi, staccato di 14,1 punti. In terza piazza è giunto Masamitsu Ito, che ha resistito di appena tre decimi di punto all’ottimo rientro di Daiki Ito, giunto quarto. Poi si sono classificati Yuken Iwasa, Keiichi Sato, Junshiro Kobayashi, Rikuta Watanabe, Daimatsu Takehana e Shohei Tochimoto a chiudere la top ten. Non ha invece preso parte alla competizione Noriaki Kasai.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: