Salto | 19 settembre 2020

Salto - Continental Cup a Wisla: secondo salto da record per Hamann che si concede il bis

Il tedesco conquista il secondo successo scavalcando Eriksen con un grande salto; terzo l'austriaco Kahofer

Salto - Continental Cup a Wisla: secondo salto da record per Hamann che si concede il bis

Martin Hamann si concede il bis sul trampolino di Wisla, dove si sono disputate le due uniche competizioni stagionali di Summer Continental Cup. Il saltatore tedesco ha dovuto eguagliare il record estivo dell’Adam Malysz, con i 137,5 metri fatti registrare con il suo secondo salto, per soffiare il successo al forte 2000 norvegese Sander Vossan Eriksen. L’atterraggio non è stato dei migliori, ma nonostante il giudizio negativo dei giudici il ventitreenne Hamann è riuscito a far sua la gara. Anche perché Eriksen, in testa dopo la prima serie, è stato l’unico a saltare da stanga 12 non trovando la misura.

Come nella giornata di ieri il vento ha condizionato la seconda serie, favorendo quindi alcune rimonte, come quella dell’austriaco Kahofer, classe ’99, risalito dal decimo al terzo posto. Ai piedi del podio un altro austriaco, Markus Schiffner. Bella rimonta, nella seconda serie, anche per lo sloveno Tilen Bartol, che con il miglior salto del lotto è riuscito a risalire dalla ventesima alla settima piazza.

Secondo salto che è costato invece molto caro a due giovani austriaci che erano in lotta per il podio. Il campione mondiale juniores Peter Resinger, classe 2000, è sceso dal terzo al decimo posto, mentre il 2002 David Haagen ha archiviato questo weekend sfortunato con una quindicesima piazza, dopo essere stato quarto nella prima serie. Il giovanissimo austriaco, squalificato venerdì per tuta irregolare, ha però confermato di avere un bel talento.

Non molto positiva la prova dei padroni di casa polacchi. Solo due gli atleti nella top ten: Stefan Hula e Klemens Muranka, rispettivamente ottavo e nono. Appena fuori dai dieci il 2000 Tomasz Pilch.

CLASSIFICA FINALE TOP 10
1° M. Hamann (GER) 262.7 (126.7 – 136.0)
2° S.V. Eriksen (NOR) 257.6 (132.6 – 125.0)
3° T.P. Kahofer (AUT) 255.4 (119.3 – 136.1)
4° M. Schiffner (AUT) 253.7 (120.9 – 132.8)
5° S. Rainer (AUT) 251.1 (119.8 – 131.3)
6° A. Lanisek (SLO) 249.9 (119.9 – 130.0)
7° T. Bartol (SLO) 249.2 (111.5 – 137.7)
8° S. Hula (POL) 248.3 (121.7 – 126.6)
9° K. Muranka (POL) 247.7 (117.0 – 130.7)
10° P. Resinger (AUT) 246.8 (124.2 – 122.6)

Per la classifica completa clicca qui

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: