Sci di fondo | 08 ottobre 2020

Dalla Finlandia sono convinti: "L'interdizione del fluoro sarà rinviata di un anno"

Il responsabile dei materiali della nazionale di fondo finlandese, Martin Norrård ha pochi dubbi: "Lo voci ci sono arrivate già la scorsa settimana; abbiamo pulito tutte le cabine, tanto lavoro inutile"

Dalla Finlandia sono convinti: "L'interdizione del fluoro sarà rinviata di un anno"

Sono sempre più insistenti le voci di un possibile rinvio del divieto all’utilizzo dei prodotti fluorurati sotto gli sci. Le difficoltà nel tarare il macchinario che dovrebbe rilevare la presenza di fluoro sotto gli sci e le tante polemiche che ne sono seguite, anche da parte di quelle nazioni, soprattutto nel nord Europa, da sempre favorevoli a questo cambiamento epocale, dovrebbero spingere la FIS a decidere nel consiglio del 9 ottobre di rinviare il tutto di un anno.

In un’intervista alla tv svedese SVT, Martin Norrgård, responsabile dei materiali della nazionale finlandese di sci di fondo, ha confermato queste voci dicendosi convinto che ci sarà un rinvio: «Ho capito così e sono abbastanza sicuro di avere ragione. Le voci ci sono arrivate la scorsa settimana».
Norrgård ha però manifestato il proprio disappunto nei confronti della FIS per una decisione che starebbe comunque arrivando troppo tardi, in quanto nella squadra finlandese avevano lavorato tanto a questo cambiamento: «Siamo stati costretti a programmare tutto tenendo in considerazione l’esistenza del divieto e siamo stato molto attenti quando abbiamo utilizzato prodotti e testato gli sci. Abbiamo anche pulito tutte le cabin wax, rendendole completamente prive di fluoro. È come se avessimo fatto un sacco di lavoro non necessario».

Fortunatamente nei team nessuno aveva buttato via il materiale già acquistato: «Ora dovremo solo utilizzare il fluoro già disponibile. Fortunatamente non abbiamo buttato via o distrutto le vecchie scorte. Ci auguriamo che anche i produttori non si siano già spinti troppo avanti con questo processo».

Insomma, anche tornando momentaneamente indietro sulla sua decisione, in ogni caso la FIS non ne uscirà certo con una bella figura.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: