Sci di fondo | 08 ottobre 2020

Fondo - Un raduno speciale per la squadra del Comitati Alpi Centrali: a Tirrenia l'incontro con Bebe Vio

Tanto allenamento, la volontà di fare gruppo e importanti esperienze anche culturali nel menù proposto da Vanini: "Vissuto esperienze che i ragazzi ricorderanno anche da adulti"

Fondo - Un raduno speciale per la squadra del Comitati Alpi Centrali: a Tirrenia l'incontro con Bebe Vio

Non solo allenamenti ma anche cultura sportiva per i giovani fondisti del Comitato Fisi Alpi Centrali. Questo il nuovo “concept” voluto dal tecnico di Comitato, Corrado Vanini che per i suoi ragazzi ha voluto un raduno al mare, presso il centro di preparazione olimpica del Coni di Tirrenia. «E’ stata una settimana di allenamento molto intensa dove abbiamo svolto di tutto. Dalla corsa in pineta ai lavori specifici in palestra senza tralasciare ovviamente la super pista di atletica dove non sono mancate delle prove cronometrate - commenta l’allenatore responsabile del Comitato Fisi Alpi Centrali, il 55enne bergamasco Corrado Vanini -.  Devo ammettere di essere stato molto soddisfatto, i ragazzi sono stati davvero performanti».

E come si conviene per un atleta di sci di fondo, non c’è trasferta estiva ed autunnale, senza gli skiroll in valigia. «Non abbiamo tralasciato ovviamente la parte più tecnica relativa allo skiroll. Abbiamo approfittato dei 12 km di asfalto in salita dai 700 metri di dislivello del Monte Serra, per svolgere uscite in tecnica classica. L’asfalto era davvero fantastico, ma forse la cosa che più mi è piaciuta è stato il fatto che dalla sommità del monte si scorgeva il mare. Un aspetto non da sottovalutare questo, perché a mio parere i ragazzi hanno bisogno si di allenarsi ma se lo fanno in un ambiente “rilassato” e sereno sono convinto la preparazione abbia una resa ancora maggiore. Non contenti, - aggiunge Vanini - al fianco dei mei collaboratori Thomas Bormolini e Luigi Schena, abbiamo scovato un tracciato fantastico in mezzo ai vigneti toscani dove abbiamo svolto la parte a skating (sempre di skiroll, ndr)».

Azzeccata la location, ovvero il centro di preparazione Olimpica del Coni di Tirrenia: «A partire dalla parte logistica con camere molto spaziose e spazi comuni attrezzati ed una mensa di qualità, devo ammettere che l’esperienza per i nostri ragazzi di incontrare campioni di altre specialità sportive è stata davvero apprezzata. Tra i tanti sportivi abbiamo avuto modo di conoscere anche la campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio. Uno scambio culturale che personalmente ho apprezzato moltissimo. Per il futuro lo terrò di nuovo in considerazione, in quanto sono esperienze che i ragazzi ricorderanno anche da adulti. Lo scopo principale di questo raduno, oltre ovviamente alla preparazione, è stato quello di affiatare maggiormente il gruppo. Questo perché li renderà ancora più forti quando dovranno affrontare le loro sfide anche individuali».

Insomma come si suol dire, l’unione fa la forza e c’è da dire che la nuova concezione dello staff del Comitato Alpi Centrali sta viaggiando nella direzione giusta. Infine Corrado Vanini non ha dimenticato di rivolgere dei ringraziamenti. «Per la fiducia accordatami nella scelta di una trasferta del genere un po' nuova per il nostro ambiente, devo ringraziare il responsabile del Comitato Alpi Centrali Federico Sosio». Gruppo lombardo che tornerà di nuovo in Altra Valle a Isolaccia, dal 10 al 15 ottobre dove la neve del Passo dello Stelvio si alternerà ai sentieri e alle ciclabili della Valdidentro. 

Katja Colturi

Ti potrebbero interessare anche: