Sci di fondo | 10 ottobre 2020

La Gaffe della FIS: annuncia i Mondiali Juniores a Pragelato, ma non esiste alcuna candidatura ufficiale

Nella serata di ieri la FIS aveva annunciato che Pragelato avrebbe ospitato le gare di fondo dei Mondiali Juniores 2021 e Lahti quelle di salto e combinata; ora l'obbligata smentita

Un periodo veramente difficile per chi fa comunicazione e per coloro che amano semplicemente informarsi. Bisogna sempre fare attenzione nel non cadere nelle fake news, che vengono spesso pubblicate sui vari social, a volte in modo disonesto per gettare fango su qualcuno oppure cercare di condizionare l’opinione pubblica, altre perché per errore i giornalisti stessi si ritrovano a riportare delle notizie pubblicate da altri che si sono poi rivelate false. Non ci saremmo mai aspettati, però, di dover fare attenzione anche ai comunicati ufficiali di una Federazione Internazionale come la FIS.

Invece, è accaduto anche questo. Ieri sera la FIS ha annunciato il nome delle due città che avrebbero ospitato il Mondiale Juniores 2021 al posto di Zakopane, che ha rinviato al 2022: Lahti per salto e combinata, Pragelato per lo sci di fondo. Una notizia che è risultata però essere falsa, perché la città torinese aveva manifestato l’intenzione di candidarsi per questo evento, che non si è trasformata poi in una formale candidatura quando la località olimpica è stata informata del fatto che avrebbe dovuto accollarsi gli oneri in caso di un’eventuale mancato svolgimento dell’evento, anche se ciò dovesse verificarsi a causa dell’emergenza covid-19. Allora cos’è accaduto? Non lo sappiamo, ma sicuramente si tratta di un errore grave da parte della FIS, che ha provato a riparare pochi minuti fa modificando il comunicato di ieri, dal quale sono spariti i nomi di Lahti e Pragelato: «Viste le particolari circostanze - è scritto oggi - il consiglio ha diviso i Mondiali in due località distinte, che verranno decise nei prossimi giorni». Ieri, invece, venivano indicate le due città: Pragelato per il fondo e Lahti per salto e combinata nordica.
   
Ad un attento osservatore potrà essere sembrato strano il titolo con cui avevamo annunciato l’assegnazione a Pragelato delle gare di fondo del Mondiale Juniores e Under 23: “La FIS annuncia i Mondiali Juniores a Pragelato; si aspettano conferme dalla FISI”. La nostra era stata però una scelta figlia delle informazioni che avevamo raccolto riguardo una notizia sulla quale stavamo lavorando da una settimana. Sapevamo infatti della manifestazione di interesse da parte di Pragelato di ospitare le gare di fondo del Mondiale Juniores, ma nel corso della giornata di ieri eravamo stati informati che questo interesse non si era poi trasformato in una reale candidatura ufficiale in FIS. Non a caso venerdì mattina si era svolta a Cesana Torinese una conferenza stampa dell’Unione Montana Comuni Olimpici della Via Lattea, che comprende anche Pragelato, nella quale non si era fatto alcun accenno ad un’eventuale candidatura per il Mondiale Juniores. Per questo motivo siamo rimasti molto sorpresi quando la Federazione Internazionale ha pubblicato un comunicato con l’annuncio delle città ospitanti, tra le quali risultava proprio Pragelato assieme a Lahti. Ovviamente, arrivando da un organo ufficiale come la FIS, era doveroso pubblicare la news, ma dall’altra parte ci siamo riservati quel piccolo dubbio. Ma se è vero che ogni notizia va verificata, quale fonte dovrebbe essere più attendibile del comunicato ufficiale di una Federazione Internazionale?

Due sono quindi le certezze: la FIS sta ancora cercando una località che possa ospitare le gare di fondo del Mondiale Juniores e Under 23; per il momento Pragelato non ha mai presentato alcuna candidatura ufficiale. Se poi qualcosa dovesse muoversi nelle prossime ore o giorni, visto il forte desiderio della FIS di trovare una località che si prenda l’onere di ospitare il Mondiale, il sito olimpico torinese potrebbe farsi avanti se le condizioni dovessero essere diverse. Al momento però non esiste alcuna candidatura. Non siamo invece a conoscenza delle motivazioni che hanno spinto la FIS a togliere anche il nome di Lahti dal comunicato iniziale. Che si sia verificato lo stesso problema? Vedremo.

Al di là di come andrà a finire, siamo convinti che Pragelato avrà modo di tornare in futuro ad ospitare degli eventi internazionali. L’obiettivo della località torinese è di rivivere i fasti avuti con le Olimpiadi. Lo scorso anno proprio a Pragelato venne ospitata una tappa di OPA Cup che lasciò impressionate tutte le persone coinvolte, grazie a un’organizzazione perfetta e una pista bellissima, di quelle che non si vedono ormai nemmeno in Coppa del Mondo. Il Sindaco Merlo e il nuovo gestore del centro fondo di Pragelato, la Valle Pesio Servizi di Sergio Gola, hanno grandi obiettivi nazionali ed internazionali: rilanciare le discipline nordiche in ambito locale (non a caso è stato organizzato anche un corso di avviamento al biathlon) e riportare in auge il nome di Pragelato nello sci nordico internazionale, che al fianco del Sestriere nello sci alpino renderebbe ancora più appetibile tutto il Comprensorio Sciistico della Via Lattea, deciso a ritornare definitivamente ai fasti del 2006.

* Nelle foto a fondo pagina potete vedere il comunicato originale e quello attuale.

** Nella serata di sabato, la FIS ha poi fatto uscire un nuovo comunicato sui suoi social per aggiornale la situazione sul Mondiale Juniores: «Correzione Mondiale Juniores di Sci Nordico 2021: La decisione su chi organizzerà le competizioni di sci di fondo del Mondiale Juniores e Under 23 della prossima stagione sarà presa nelle prossime settimane. Pregelato è stata errorenamente comunicata nel comunicato stampa sulle decisioni del Consiglio della FIS di venerdì».

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: