Combinata | 19 ottobre 2020

Combinata Nordica - Dejori 8ª e Sieff 10ª nella seconda gara di OPA Cup a Klingenthal

Tra le donne successo della sedicenne austriaca Sigrun Kleinrath; nella gara maschile, vinta dall'austriaco Florian Hafner, 12ª e 13ª piazza per Bortolas e Radovan

Foto d'archivio

Foto d'archivio

Seconda giornata di gare domenica a Klingenthal, dove si è disputata una tappa di OPA Cup di combinata nordica nella quale ha partecipato anche la squadra azzurra.
Dopo il podio sfiorato con Daniela Dejori nella gara del sabato, il team italiano ha fatto più fatica domenica quando dopo il salto dal trampolino HS85 l’inseguimento era di un chilometraggio più breve. Ancora una volta la gardenese è stata la miglior azzurra, chiudendo ottava a 1’02” dalla vincitrice, la 2004 Sigrun Kleinrath, giovanissima austriaca che ha impressionato battendo la tedesca Jenny Nowak e l’austriaca Lisa Hirner. Con un chilometraggio più breve la sedicenne ha sfruttato al meglio le sue doti da saltatrice. Dejori invece ha avuto meno possibilità di recuperare nel fondo dopo un salto che l’aveva piazzata in tredicesima posizione. La gardenese ha però recuperato fino all’ottava piazza, perdendo la volata per la settima con Maria Gerboth. In top ten anche Annika Sieff, che aveva chiuso al sesto posto la fase di salto, ma nel fondo ha dato l’impressione di non aver ancora smaltito i tanti carichi di allenamento fatti nel corso dell’estate.

Da segnalare la bella prestazione della 2006 Camilla Henni Comazzi, sedicesima all’arrivo dopo aver chiuso con l’undicesimo miglior salto. Non male per una ragazza appena quattordicenne. Tra le venti anche Lena Prinoth, giunta 14ª, e Martina Zanitzer che ha chiuso 20ª.

Tra gli uomini arrivo in volata, con l’austriaco Fabian Hafner che ha avuto la meglio sul connazionale Florian Kolb e il francese Marco Heinis. In questo caso la gara a inseguimento si è disputata su 4,4km. Più indietro gli azzurri con Bortolas 12° e Radovan 13°. I due ancora una volta hanno disputato tutta la gara insieme, cercando di recuperare nel fondo quanto perso nel salto.

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE TOP 10
1ª S. Kleinrath (AUT) 6’01.1
2ª J. Nowak (GER) +6.9
3ª L. Hirner (AUT) +13.3
4ª A. Slamik (AUT) +42.6
5ª M. Naehring (GER) +48.5
6ª S. Maurus (GER) +56.3
7ª M. Gerboth (GER) +1’01.8
8ª D. Dejori (ITA) +1’02.3
9ª C. Haasch (GER) +1’04.2
10ª A. Sieff (ITA) +1’08.0

Le altre italiane
14ª L. Prinoth +1’57.2
16ª C.H. Comazzi +2’08.0
20ª M. Zanitzer +2’50.5
22ª G. Pinzani +2’57.6
23ª A. Marcato +3’07.7

CLASSIFICA FINALE MASCHILE TOP 10
1° F. Hafner (AUT) 10’27.0
2° F. Kolb (AUT) +1.5
3° M. Heinis (FRA) +1.9
4° L. Schoenberger (AUT) +2.9
5° C. Frank (GER) +4.7
6° M. Baud (FRA) +22.5
7° J. Andersen (GER) +36.0
8° J. Fischer (GER) +38.5
9° P. Maier (GER) +42.7
10° S. Reiter (AUT) +49.8

Gli italiani
12° I. Bortolas +50.6
13° S. Radovan +51.7
25° D. Mariotti +1’17.1
43° M. Facchini +3’45.9
44° L. Libener +4’35.4
45° B. Venturini +5’25.2

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: