Sci di fondo | 23 ottobre 2020

Difficile raggiungere l'Italia a gennaio? Ecco l'idea: nasce la Marcialonga norvegese sopra il Circolo Polare Artico

Un gruppo di appassionati di Bodø e l'organizzatore della Kobberløpet hanno trovato un accordo con Marcialonga per far disputare il prossima 31 gennaio una gara gemella in Norvegia: Marcialonga Artic ski race

Difficile raggiungere l'Italia a gennaio? Ecco l'idea: nasce la Marcialonga norvegese sopra il Circolo Polare Artico

In un anno così complicato e ricco di incertezze, bisogna anche avere delle idee innovative per andare avanti e non dover rinunciare alle proprie passioni. Sicuramente fantasia e idee non mancano in Norvegia. Se queste poi incontrano la passione, ecco che esce qualcosa di bellissimo e impensabile fino a poco tempo fa: una Marcialonga norvegese sopra il Circolo Polare Artico.

La storica gara trentina ha da sempre un grande fascino sugli appassionati norvegesi, con tanti amatori che si allenano anni per poter un giorno iscriversi e completare i 70km tra Moena e Cavalese. Proprio la Norvegia è la nazione che conta più partecipanti al via della Marcialonga. L’emergenza covid-19 e i tanti dubbi circa la possibilità per tantissimi norvegesi di raggiungere il nostro paese ha spinto alcuni appassionati di Bodø a non arrendersi. Come riferito da TV2, Il gruppo di sci “Stayer Active” ha così contattato il comitato organizzatore trentino chiedendo se fosse possibile organizzare per quest’anno una versione tutta norvegese della Marcialonga.

Si è così pensato di utilizzare la Kobberløpet, competizione che si tiene ogni anno a Sulitjelma. L’organizzatore dell’evento norvegese, Mona Mosti, ha dato subito l’ok e insieme agli appassionati di Bodø si è messo in contatto con il comitato organizzatore trentino. In modo rapido e anche per gli stessi norvegesi quasi sorprendente, dall’Italia è arrivata subito una risposta positiva. «Anche loro si stavano chiedendo se fosse possibile organizzare questa competizione anche fuori dall’Italia – ha affermato Mosti a TV2abbiamo così ricevuto il permesso di utilizzare gli stessi loghi della famosa gara italiana. La competizione avrà la stessa lunghezza (70 km e 23 km) e si disputerà nello stesso giorno con partenza in contemporanea al via di Moena del 31 gennaio prossimo».

Il nome della competizione? Marcialonga Artic ski race, in collaborazione con Kobberløpet e la località di Sulitjelma. Questo perché si gareggerà sopra il Circolo Polare Artico, rendendo il tuto ancora più affascinante. L’obiettivo dei norvegesi, non ha nascosto Mona Mosti, è che da qui possa nascere una collaborazione più duratura. Le iscrizioni partiranno a breve e per le attuali restrizioni norvegesi al via potranno esserci fino a 600 atleti.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: