Salto | 25 ottobre 2020

Salto con gli sci - A Predazzo titoli italiani assoluti a Lara Malsiner e Samuel Costa

La gardenese delle Fiamme Gialle si è imposta davanti a sua sorella Jessica e Veronica Gianmoena; a causa del vento, il titolo italiano maschile è stato assegnato dopo solo una serie; secondo il giovanissimo Francesco Cecon

Il podio senior femminile

Il podio senior femminile

Il vento è stato il grande protagonista ai Campionati Assoluti e Juniores di salto che si sono disputati presso lo Stadio del Salto di Predazzo, organizzati dall’US Dolomitica. A vincere il titolo italiano assoluto due gardenesi: Lara Malsiner e il combinatista Samuel Costa.

Tutto secondo pronostico nella gara femminile. Lara Malsiner ha dominato la gara come previsto, facendo registrare il miglior salto in entrambe le serie. La gardenese delle Fiamme Gialle ha saltato molto lungo, ma in entrambi i casi ha avuto qualche problema nell’atterraggio, venendo così penalizzata dai giudici. A 27,5 punti di distacco dalla vincitrice è giunta sua sorella Jessica Malsiner. La giovanissima dello Sci Club Gardena si è confermata in crescita, prendendosi la seconda piazza senza grandi problemi. Sul terzo gradino del podio Veronica Gianmoena, delle Fiemme Oro, bravissima a fare la differenza nella prima serie, venendo anche premiata dai giudici. Una prova incoraggiante per la combinatista. Quarta posizione per Manuela Malsiner, un gradino sotto alle sue compagne di squadra nella giornata odierna. La gardenese ha lavorato tanto in estate e ancora deve riuscire ad assorbire le novità provate in allenamento con Felder e portarle sul trampolino in gara.
Il titolo Juniores è andato proprio all’ottima Jessica Malsiner, davanti alla combinatista Annika Sieff e una bravissima Camilla Henni Comazzi, quattordicenne giunta sesta assoluta.

Nella gara maschile si è disputata invece solo una serie, in quanto il vento ha costretto il direttore di gara a fermare la competizione già nel corso della prima manche, così si è deciso di non far partire la seconda. Ne ha approfittato Samuel Costa, delle Fiamme Oro, che si è imposto facendo la differenza grazie a un ottimo atterraggio, che ha raccolto i favori dei giudici. L’azzurro della combinata nordica ha così ottenuto il successo con mezzo punto di vantaggio su un bravissimo Francesco Cecon. Il 2001 del Bachmann ha così vinto il titolo juniores. In terza posizione un buonissimo Giulio Bezzi (Esercito), anch’egli autore di un buon salto per lunghezza, ma leggermente più penalizzato dall’atterraggio. Resta comunque un terzo posto ad appena 1,5 punti da Samuel Costa. Ai piedi del podio Aaron Kostner, altro combinatista, che non ha trovato la lunghezza, ma ha mostrato già un ottimo atterraggio. Il gardenese ha partecipato alla gara per poter accumulare salti, cosa di cui ha bisogno dopo la lunga assenza. A completare il podio juniores, alle spalle di Cecon, sono Daniel Moroder e Iacopo Bortolas, rispettivamente quinto e sesto.

Sfortunato Giovanni Bresadola, nono assoluto. Il giovane trentino aveva effettuato un ottimo salto, che molto probabilmente gli sarebbe bastato per vincere, ma è caduto in fase di atterraggio, fortunatamente senza conseguenze ma con la delusione di non aver potuto festeggiare un altro titolo italiano. Non è partito Alex Insam, non al meglio.

CLASSIFICA FINALE TOP 10 FEMMINILE
1ª L. Malsiner (Fiamme Gialle) 238.0 (120.0 – 118.0)
2ª J. Malsiner (SC Gardena) 210.5 (107.5 – 103.0)
3ª V. Gianmoena (Fiamme Oro) 201.0 (103.5 – 97.5)
4ª M. Malsiner (Fiamme Gialle) 197.0 (102.5 – 94.5)
5ª A. Sieff (Fiamme Oro) 177.0 (93.0 – 84.0)
6ª C.H. Comazzi (Bachmann) 154.5 (84.5 – 70.0)
7ª M. Zanitzer (M. Lussari) 154.0 (75.5 – 78.5)
8ª D. Dejori (SC Gardena) 152.5 (80.5 – 72.0)
9ª L. Prinoth (SC Gardena) 120.0 (64.5 – 55.5)
10ª M. Ambrosi (US Dolomitica) 113.5 (59.5 – 54.0)

CLASSIFICA JUNIORES PODIO
1ª J. Masiner (SC Gardena)
2ª A. Sieff (Fiamme Oro)
3ª C.H. Comazzi (Bachmann)

CLASSIFICA FINALE TOP 10 MASCHILE
1° S. Costa (Fiamme Oro) 113.5
2° F. Cecon (Bachmann) 113.0
3° G. Bezzi (Esercito) 112.0
4° A. Kostner (Fiamme Oro) 109.0
5° D. Moroder (SC Gardena) 108.5
6° I. Bortolas (US Dolomitica) 107.5
7° A. Campregher (Bachmann) 105.5
8° M. Galiani (SC Garden) 104.0
9° G. Bresadola (Esercito) 97.0
10° S. Radovan (Fiamme Gialle) 92.0

CLASSIFICA JUNIORES PODIO
1° F. Cecon (Bachmann)
2° D. Moroder (SC Gardena)
3° I. Bortolas (US Dolomitica)

 

COMBINATA NORDICA

In precedenza si era svolto il segmento di salto della combinata nordica. Non sono mancate le sorprese. Tra gli uomini il migliore è stato Samuel Costa, ma alle sue spalle sono piuttosto vicini il giovanissimo Iacopo Bortolas e Giulio Bezzi, che partiranno rispettivamente con 6” e 8” di distacco. Quarta piazza per Stefano Radovan, che partirà a 22”, di poco davanti ad Aaron Kostner, ancora ai suoi primi salti, staccato di 24” dalla testa. Più indietro Pittin che prenderà il via 40” dopo Costa.
Molte sorprese nella gara femminile. In testa come previsto Veronica Gianmoena, che partirà con 34” di vantaggio sulla sorpresa Camilla Henni Comazzi. La quattordicenne ha confermato quella competitività sul salto che aveva già mostrato la scorsa settimana in OPA Cup a Klingenthal. Bene anche Martina Zanitzer, terza con 58” dalla prima. Più indietro le altre azzurre della Squadra A. Annika Sieff quarta con 1’30” da recuperare, mentre Daniela Dejori è sesta a 2’14”. Otto le atlete al via.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: