Biathlon | 31 ottobre 2020

Biathlon - La crescita di Elvira Öberg: "Il corpo si sta adattando ai carichi di allenamento"

La giovane classe '99 sta iniziando ad abituarsi ai carichi di allenamento, ma l'allenatore Lukas frena: "È ancora junior, non possiamo pensare che sia in grado di combattere per il podio ogni weekend"

Foto IBU

Foto IBU

Nell’ultima stagione ha vinto il premio di “esordiente dell’anno”, come fece già sua sorella alcuni anni fa. La giovanissima Elvira Öberg, classe 1999, si sta preparando a vivere la sua seconda stagione in Coppa del Mondo. Con il tempo la giovane ventunenne, ancora juniores, si sta adattando ai duri carichi di lavoro delle senior.  Ovviamente sulla resistenza deve ancora lavorare, ma nel corso dell’estate ha notato di aver fatto parecchi passi avanti rispetto allo scorso anno.

«Ho un miglior assorbimento di ossigeno – ha affermato Elvira Öberg in un’intervista a SVTmi sento più forte e più resistente». La giovane sta avendo delle buone sensazioni nel corso del primo raduno sulla neve della squadra svedese, che si sta svolgendo nella località di Idre. «È ovvio che mi senta molto stanca – ha spiegato Elvira Öberg, che volendo potrebbe ancora prendere parte ai Mondiali Juniores – ma non ho gli stessi cali dello scorso anno, posso mantenere una buona qualità per più sessioni. Il corpo si sta adattando all’allenamento».

Mentre sua sorella Hanna è una delle grandi favorite alla Coppa del Mondo, in tanti già guardano con molta attenzione la piccola Elvira, capace di vincere addirittura tre ori ai Mondiali Youth del 2018 a Ötepää. In fine dei conti, al suo primo anno di Coppa del Mondo, la classe ’99 è riuscita anche a giungere ottava nella sprint di Nove Mesto nel finale di stagione. Cosa c’è da aspettarsi per la stagione che sta per iniziare? L’allenatore Johannes Lukas cerca di abbassare le aspettative, ritenendo che la ragazza debba essere lasciata tranquilla a crescere. «Bisogna essere realisti – ha affermato – è ancora una juniores, non possiamo certo pensare che possa combattere ogni volta per il podio. Lei ha delle potenzialità, ma voglio che faccia un passo alla volta».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: