Sci di fondo | 18 novembre 2020

Sci di Fondo - Emergenza covid, fino a gennaio la nazionale canadese non sarà al via della Coppa del Mondo

Nordiq Canada ha deciso di non mandare alcun atleta in Coppa del Mondo fino a gennaio; a Canmore ci sarebbero ben undici casi legati proprio allo sci di fondo

Sci di Fondo - Emergenza covid, fino a gennaio la nazionale canadese non sarà al via della Coppa del Mondo

Nessun atleta canadese si presenterà ai nastri di partenza della Coppa del Mondo fino a Natale. Nordiq Canada ha infatti deciso di non mandare una rappresentativa alle gare di Coppa del Mondo fino alla pausa festiva tra Dresda e il via del Tour de Ski.

Lo sci di fondo canadese è stato colpito da tanti casi di covid-19 nelle ultime settimane. Sarebbero addirittura undici quelli registrati tra atleti e allenatori di sci di fondo a Canmore, secondo quanto riferito da CBC, anche se Chris Dornan, portavoce di Nordiq Canada ha preferito non confermare il numero degli infetti, nel rispetto della privacy dei membri della comunità: «Nordiq Canada sta assistendo le persone colpite e coloro che sono entrati in stretto contatto con loro – ha affermato Dornanqueste persone sono in quarantena e seguono tutti i protocolli richiesti per proteggere se stessi e la comunità in generale».

Secondo quanto riferito da Nordiq Canada, la decisione di non partire per l’Europa non sarebbe legata all’emergenza esplosa a Canmore, ma era già stata presa in precedenza seguendo le direttive dello Sport Medical Advisory Council canadese. Gli atleti proseguiranno ad allenarsi a casa per i trial di qualificazione ai Mondiali, in programma a Whistler dal 7 al 10 gennaio.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: